Raccolta differenziata: più controlli in Vallesina

Controlli più assidui e importo delle sanzioni raddoppiate per garantire il rispetto delle regole della raccolta differenziata. Sceglie la linea dura l’Unione dei Comuni della Media Vallesina per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti. Ma non solo. La maggiore sorveglianza da parte dei vigili urbani riguarderà anche la corretta conduzione a passeggio dei cani, anzitutto per impedire l’introduzione degli animali nei parchi dove è vietato il loro accesso.

“Con la bella stagione – spiega l’assessore alla Polizia locale dell’Unione Giancarlo Carbini – abbiamo ritenuto giusto intensificare i controlli per impedire comportamenti, come l’abbandono dei rifiuti o la mancata raccolta delle deiezioni animali, che incidono in maniera negativa sui cittadini e sull’ambiente. Per questo abbiamo predisposto, insieme al Comando della Polizia locale, anche un servizio di pattuglia in borghese per il controllo dei cani sia nelle aree verdi che lungo le strade”.

Servizi e controlli avviati nel mese di maggio ma il giro di vite scatterà a giugno. “A partire da adesso – annuncia Carbini – e per tutto il periodo estivo verranno programmate in media due pattuglie a settimana in borghese, sia per continuare i controlli dei cani e delle aree verdi, sia per effettuare, come già fatto negli ultimi due anni, la sorveglianza, in collaborazione con il personale della Sogenus, presso le isole ecologiche. Accordi in tal senso sono stati presi anche con il direttore generale della società che gestisce la discarica Mauro Ragaini, che ha dato la sua massima disponibilità”.

I giorni della settimana saranno concordati volta per volta, anche per mantenere l’effetto sorpresa. “Durante questi controlli – spiega l’assessore dell’Unione – si cercherà di sentire il più possibile anche i cittadini, per avere informazioni utili sugli autori degli abbandoni e per avvisarli che i controlli mirati possono portare a sanzioni che da quest’anno sono raddoppiate e portate a 100 euro. Ulteriori controlli che verranno messi in atto per verificare la corretta esecuzione della raccolta differenziata da parte dei cittadini, ispezionando direttamente il contenitore del grigio. In caso di presenza di umido, carta, vetro o materiale non riconducibile al grigio i cittadini saranno richiamati alla corretta esecuzione della raccolta differenziata, potrà non essere ritirato o svuotato il contenitore e nei casi più gravi o ripetuti sarà comminata la relativa sanzione”.

Intanto, i risultati dei controlli relativi agli anni 2010-2012 hanno prodotto, nel territorio dell’Unione, a 33 verbali per le sanzioni pecuniarie nel 2010, saliti a 68 nel2011. Inquesti primi cinque mesi del 2012 sono stati emessi 9 verbali.

I maggiori controlli servono ad arginare un fenomeno purtroppo sempre presente e per il quale il sindaco si rammarica perché “dà una pessima immagine dei nostri paesi – osserva Carbini – e contribuisce anche ad aumentare i costi a carico dei Comuni, e quindi di tutti i cittadini, della Tarsu”. Quando si tratta di abbandono di rifiuti, incalza l’assessore dell’Unione, diventa “ancora di più inaccettabile dopo che, oltre al servizio di raccolta a domicilio, è stato attivato il Centro Ambiente Il Quadrifoglio a Pozzetto di Castelplanio  dove non solo è possibile consegnare gratuitamente i rifiuti ingombranti, insieme a plastica, carta, vetro, potature, ramaglie e materiale verde in genere, ma si maturano punti trasformati poi in un bonus fino a 50 euro nella bolletta Tarsu. I fenomeni di abbandono rifiuti e della non corretta conduzione a passeggio dei cani sono sempre meno tollerati proprio da chi invece le stesse regole le rispetta e vorrebbe che i Comuni e la Polizia locale facciano stretti controlli e sanzionino i responsabili”.

Comunicato da: Unione dei Comuni Media Vallesina

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*