«Rafforzare il ruolo della donna»: intervista a Catiuscia Ceccarelli, presidente Fidapa Jesi - Password Magazine

Festival Pergolesi

«Rafforzare il ruolo della donna»: intervista a Catiuscia Ceccarelli, presidente Fidapa Jesi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La Fidapa, Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari, è un movimento nazionale di opinione che mira a rafforzare il ruolo della donna in diversi ambiti. Organizza eventi a supporto delle pari opportunità, affrontando tematiche che riguardano la sfera della violenza sulle donne, dell’empowerment, della cura e del benessere, a partire dalle competenze interne delle sue associate.

In Italia sono presenti circa 300 sezioni distribuite su tutto il territorio.

Catiuscia Ceccarelli, Presidente in carica della sezione di Jesi dall’11 ottobre 2021 per il biennio 2021-2023, ci racconta la sua esperienza e i progetti futuri dell’associazione femminile cittadina, tra cui un evento con l’attrice Francesca Neri e la partecipazione alla tappa jesina del giro d’Italia.

Qual è stato il suo percorso in Fidapa?
«Siamo a Jesi dal 2005 e facciamo parte del distretto centro. Personalmente all’interno dell’associazione ho ricoperto molte cariche, vice-presidente, responsabile dell’ufficio stampa, ora presidente. Il direttivo che ho il piacere di presiedere nel biennio 21-23 è formato da Nicoletta Zoppi (vicepresidente), Paola Morbiducci (tesoriera), Sabina Schiavoni (segreteria), Gianfranca Schiavoni (past-presidente) e Chiara Cascio (segretaria esecutiva)».

Cosa significa essere alla guida di questo movimento?
«Personalmente ho fatto un vero percorso all’interno di Fidapa, un’associazione di donne determinate, forti e molto in gamba che hanno tanto da raccontare. Quelli che trattiamo sono temi che vanno affrontati con giusto peso e responsabilità, per fornire spunti di riflessione anche a chi segue i nostri eventi e per valorizzare la professionalità, la competenza e la meritocrazia delle donne. In altre parole, siamo presenti insieme sul territorio per far comprendere i valori di sorellanza, collaborazione e spirito d’appartenenza.
Mi piace che le donne socie facciano, partecipino attivamente. Ad esempio per ogni evento predisponiamo una commissione organizzatrice che viene sempre aggiornata, così da permettere a tutte di partecipare».

Cerimonia candele Fidapa 2021
Cerimonia delle candele 2021, immagine di repertorio

Come valorizzate le professionalità delle socie?
«Cerchiamo di raccontare il mondo delle donne a 360 gradi, con grande entusiasmo, coinvolgendo nei nostri eventi tutte le professionalità che abbiamo a disposizione».

Ad esempio il 25 novembre scorso (giornata contro la violenza sulle donne) abbiamo fatto un evento online sulle difficoltà delle donne in Siria e in Afghanistan, invitando le giornaliste e scrittrici Asmae Dachan e Barbara Schiavulli. Sono state ospiti anche due nostre socie avvocate che hanno raccontato la loro diretta esperienza.
Ad un altro evento online sulla moda hanno contribuito invece tutte le socie che hanno a che fare col mondo dell’arte e della moda».

Quali sono i progetti in corso e prossimi eventi in Fidapa?
«Il prossimo appuntamento sarà il 24 febbraio con l’evento online dal titolo “Fidapa si racconta“: le socie marchigiane racconteranno la loro esperienza in Fidapa in questi anni, le loro storie personali e alcuni aneddoti di backstage.
Il 2 aprile seguirà l’evento cardine della nostra associazione, la cerimonia delle candele, che speriamo di vivere in presenza. Festeggeremo l’ingresso di tre nuove socie, tra cui una young (sotto i 35 anni).
È anche prevista una gita fuoriporta a Chiravalle presso la casa-museo di Maria Montessori e le bellezze artistiche che ruotano attorno a questi luoghi. Si tratta di un’uscita organizzata sulla scia di un evento che abbiamo fatto online in passato, invitando  esperti del pensiero montessoriano.
Parleremo poi di legalità e saremo presenti anche per la tappa rosa.

Il nostro hasthtag è #siamoci, perché fidapa appartiene a tutte.
A marzo ci sarà poi un incontro online con la celebre attrice Francesca Neri che racconterà il suo ultimo libro, “Come carne viva” (Rizzoli, 2021)».

A proposito di libri, spesso i vostri eventi sono accompagnati dalla complicità di libri di autori e autrici…
«Abbiamo invitato spesso autrici che hanno discusso con noi importanti tematiche. Tiziana Ferrario sulla “rivolta” delle donne, Roberta Bruzzone sulla manipolazione affettiva, Annalisa Monfreda (Direttrice del settimanale Donna Moderna) su cosa significhi crescere figlie femmine nella società patriarcale di oggi, la giornalista Mariangela Pira che ci ha raccontato come il mondo dell’economia non sia poi così lontano dal femminile rispetto a quanto si crede. Ora aspettiamo Francesca Neri».

A cura di Angela Anconetani Lioveri 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.