Rapinata da malfattori scesi da un'auto rossa: tre arresti | Password Magazine
Festival Pergolesi

Rapinata da malfattori scesi da un’auto rossa: tre arresti

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

ANCONA –  Rapinata da un uomo che, sceso all’improvviso da un’auto, le ha strattonato la borsa rubando il contenuto.

L’allarme è scattato questa notte intorno alle 2 quando, sulla linea di emergenza 113, perveniva la telefonata di una donna  che riferiva di essere stata avvicinata poco prima da una vettura di colore rosso dalla quale, improvvisamente, era uscito un uomo che aveva cercato di afferrarle la borsa che teneva sulla spalla.

Immediatamente l’operatore della Centrale Operativa ha inviato le Volanti sul luogo: mentre una pattuglia rassicurava la donna, l’altra, acquisiti alcuni elementi, si metteva subito alla ricerca dell’auto.
La donna ha raccontato di trovarsi in via Vallemiano e di aver reagito all’aggressore che aveva tentato di portarle via la borsa: aveva cercato di trattenerla ma, durante le fasi del “tira e molla”, cellulare e portamonete erano caduti a terra. L’uomo, vista la resistenza della ragazza, aveva allora lasciato la borsa e in tutta fretta aveva raccolto il contenuto dalla strada, risalendo poi a bordo dell’auto, guidata da un complice, e dandosi alla fuga.
Intanto l’altra pattuglia di Poliziotti notava una macchina con le stesse caratteristiche fornite dalla donna e la bloccava in via Marini.
A bordo dell’auto vi erano tre uomini di origine straniera , classe ’87, ’84, e ’97, tutti già noti alle forze di Polizia, due di questi risultavano senza fissa dimora .
I Poliziotti dopo i dovuti accertamenti sono riusciti a ritrovare il maltolto ancora in possesso dei malfattori e anche un involucro in cellophane trasparente contenete circa 40 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish.
Tutti tre venivano tratti in arresto per il reato previsto e punito per rapina e per concorso di reato; denunciato inoltre il possessore della sostanza, risultato anche irregolare sul territorio nazionale.
Due dei rapinatori venivano portati al carcere di Montacuto , uno di loro invece posto agli arresti domiciliari tutti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.