Restyling Corso, il cantiere sarà diviso in fasi. Commercianti restano preoccupati | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Restyling Corso, il cantiere sarà diviso in fasi. Commercianti restano preoccupati

JESI – Eseguire i lavori nel minor tempo e con il minor disagio. Queste le priorità che si sono dati i progettisti dell’intervento di riqualificazione di Corso Matteotti, ieri chiamati in apposita commissione in Comune ad illustrare come funzionerà il cantiere atteso per il 2020.

A parlare, l’ingegnere architetto Andrea Marasca dello studio Sardellini Marasca che nel 2005 si aggiudicò il bando con il progetto migliore. «L’obiettivo di ridurre tempi e disagi ha generato l’ipotesi di suddividere il cantiere in fasi – ha spiegato -. Si partirà dal centro, ovvero da piazza Pergolesi. Poi si procederà due cantieri alla volta che partono insieme e che si sposteranno in direzioni opposte». Tratti da 50 o 60 metri lineari che saranno transennati: ogni mini cantiere si esaurirà in tre mesi. 

«Abbiamo deciso di portare a termine parti di corso e di liberarle poi completamente – spiega – La totalità dell’intervento è di 14 mesi per un totale di più di 4 mila metri quadrati da riqualificare».

Secondo quanto riferito dall’ingegnere, il vero restyling avverrà sottoterra, dove c’è una rete fognaria di grande complessità che si intreccia con la linea dell’Enel e dell’acquedotto. «Una volta realizzati tutti gli impianti per ogni tratto sarà realizzata una soletta in calcestruzzo, fase che precede la pavimentazione – spiega ancora Marasca -. I marciapiedi saranno demoliti ma per fare questo faremo in modo di mantenere la circolazione pedonale, dirottando i flussi di passaggio attraverso passerelle mobili e così via».

L’assessore ai Lavori pubblici Roberto Renzi ha ricordato, all’occasione, l’impegno dell’Amministrazione a dare massima attenzione all’intervento che permetterà comunque di rimettere a nuovo pavimentazioni ormai datate, dilatando agli spazi: «La richiesta ai progettisti è stata quella di fare il possibile affinché fastidi e disagi siano ridotti al minimo, tenuto conto che l’arco di tempo stimato non è proprio dei più brevi – ha detto -. Come Amministrazione, abbiamo già incontrato rappresentanti dei commercianti per aprire con loro confronto continuo». Intanto, è stato già chiarito che per il prossimo periodo di Natale, nei mesi di novembre e dicembre, i lavori si arresteranno per consentire lo shopping.

Resta però la preoccupazione delle associazioni di categoria e dei commercianti in primis. Marco Broglia, presidente di Jesi Centro, ha detto: «Questi lavori arrivano in un momento storico terribile per il commercio e molte famiglie si sentono a rischio – ha spiegato- . Abbiamo incaricato anche un tecnico nostro che possa seguire i lavori e possa consigliare tecnici e addetti. Questo è un disagio che colpisce direttamente le economie delle nostre famiglie. Noi lavoriamo spesso anche col passeggio e temiamo che i tempi, visto i precedenti con piazza Pergolesi, possano dilatarsi.  A tutto questo si aggiungono i timori legati al nuovo piano di riorganizzazione dei parcheggi».

A cura di Chiara Cascio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.