Riaprono bar e ristoranti, ecco le regole da rispettare | Password Magazine

Riaprono bar e ristoranti, ecco le regole da rispettare

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

REGIONE – Dal 18 maggio torneranno aperti bar e ristoranti. Nei locali di somministrazione cibo e bevande ecco le regole che dovranno essere rispettate, così come comunicato dal Protocollo della Regione Marche.

Sono vietati gli assembramenti di clienti all’ingresso dell’esercizio e all’interno della sala ristorante; consigliabile per il gestore la separazione degli accessi di entrata e di uscita; no all’uso del guardaroba.
I bagni – necessario limitare la presenza di più persone all’interno – dovranno essere dotati di prodotti igienizzanti per il lavaggio delle mani e riportare dépliant con le raccomandazione delle autorità sanitarie. Sono consigliabili menù digitali per i clienti o in alternativa procedere all’igienizzazione dei menù dopo ogni uso. Il personale di sala è dotato di dispositivi di protezione individuale (mascherine o altri dispositivi idonei) e mantiene, nei limiti del possibile, la distanza interpersonale di un metro;

Gli oggetti utilizzati per un servizio non possono essere messi a disposizione di nuovi clienti senza adeguata igienizzazione o devono essere monouso (ad esempio condimenti). I tavoli sono distribuiti assicurando il distanziamento di un metro l’uno dall’altro e nel caso di due o più persone tra loro non conviventi, dovranno essere garantite le distanze al tavolo o, in alternativa, saranno necessari dispositivi di protezione (come il plexiglas). L’intero servizio dovrà essere svolto possibilmente dallo stesso addetto, il lavaggio di piatti, bicchieri, posati, tovaglie dovrà garantire la rimozione di agenti patogeni.

Per i bar, anche il servizio al banco dovrà assicurare la distanza di un metro, segnaletica davanti al banco e alla cassa indicherà ai clienti di mantenere la distanza interpersonale. Il servizio dovrà favorire la riduzione degli spostamenti della clientela, l’uso di prodotti monouso, sistemi digitali di pagamento. Consigliata anche la predisposizione di barriere fisiche (in plexiglas) nelle zone di maggiore interazione con il pubblico. Si incentiva comunque l’uso del take away e del delivery. I buffet sono consentiti ma a patto che il servizio avvenga al tavolo e esclusivamente al piatto (no vassoi o giro braccio), i tavoli devono garantire la distanza interpersonale e le pietanze prima del consumo devono essere protetti da schermi o teli trasparenti.

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.