Ricattatrice hard arrestata dai Carabinieri. Estorti alla vittima 180 mila euro | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Ricattatrice hard arrestata dai Carabinieri. Estorti alla vittima 180 mila euro

 

JESI – Tutto nasce nel 2014 quando un 50enne della Vallesina, sposato e facoltoso, conosce una ragazza romena di 30 anni. Incominciano a frequentarsi e ad incontrarsi a Pesaro, altre volte a Senigallia in vari alberghi della zona.

Verso la fine del 2014, l’uomo decide di troncare la storia ma lei non ci sta e allora inizia a ricattare l’uomo chiedendo cospicue somme di denaro, minacciando di mettere in rete fotografie e video che la donna aveva realizzato di nascosto dutente i loro rapporti sessualità, probabilmente già con l’obiettivo un giorno di utilizzarle.

L’uomo per due anni ha sottostato alle continue richieste di denaro, versando la somma di 180 mila euro.

Ieri mattina però il 50enne all’ultima richiesta estorsione si è fatto coraggio ed ha contattato un carabiniere suo conoscente della Stazione di Serra de’ Conti. A questi ha raccontato quello di cui era rimasto vittima e, dopo aver formalizzato la denuncia, si è dichiarato disposto ad aiutare i militari nel tendere una trappola alla donna.

Così la vittima prepara in una busta i 12 mila euro che gli erano stati richiesti e si avvia, guardato a vista dai Carabinieri di Serraiocco de’Conti, in direzione del centro commerciale di via Zara a Jesi, luogo convenuto per l’appuntamento.

Verso le 13.30, dopo circa 10 minuti di attesa, ecco arrivare la donna in taxi: questa scendè e va subito in direzione dell’uomo da cui si fa consegnare la busta contenente il denaro.

I militari che erano appostati in borghese e che avevano ripreso tutta la scena, intervengono immediatamente e bloccano la donna (successivamente identificata in RDS di anni 34, romena e abitante a Tivoli, che aveva ancora la busta sotto il braccio ed in procinto di risalire sul taxi.

La donna viene portata in caserma e, dopo averle sequestrato il telefono cellulare –  sul quale peraltro vi erano tutti i video e le fotografie dei loro incontri – la dichiarano in arresto per estorsione continuata e successivamente condotta presso la casa Circondariale di Pesaro a disposizione del PD di turno.

Soddisfazione per il buon esito dell’operazione espressa dal Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Jesi Magg. Benedetto Iurlaro: “Un plauso ai militari della Stazione di Serra de’ Conti che, agli ordini del Maresciallo Gennaro Gaspare Palumbo, hanno completato con professionalità e successo la missione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.