Rientro a scuola in sicurezza, Protezione civile alle fermate | Password Magazine

Rientro a scuola in sicurezza, Protezione civile alle fermate

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Rientro in classe in sicurezza per gli studenti delle scuole superiori della città. Questa mattina, alle fermate degli autobus della città, i volontari della Protezione civile e forze dell’ordine hanno prestato servizio affinché non si creassero assembramenti.

«Ai ragazzi il più grande augurio di tornare a riassaporare un minimo di normalità con la raccomandazione di prestare sempre attenzione a distanziamento e protezione – sono state le parole del sindaco Massimo Bacci – . Abbiamo contribuito ad organizzare un miglior servizio per il trasporto su mezzi pubblici, con particolare attenzione alle fermate degli autobus. Ma molto dipenderà dal vostro senso di responsabilità e dalla vostra collaborazione. Mi raccomando. Confido su di voi. Buona scuola a tutti!».
Emozionante veder tornare i ragazzi a scuola dopo tre mesi anche per l’assessore all’Ambiente Cinzia Napolitano: «È andato tutto bene – commenta – i ragazzi sono stati ordinati ed educati. Grazie ai volontari della Protezione civile che hanno controllato le fermate».
Buone le impressioni anche degli studenti, seppur solo il 50% è andato oggi in presenza e l’altro è rimasto in DAD, con alternanza dei gruppi settimanale o giornaliera a seconda degli istituti: «E’ stato bello, seppur dimezzati, rivedere compagni e professori, sperando che la situazioni migliori», è il commento di uno studente rilasciato sui social del Lice Classico di Jesi.
 In vista del rientro in classe, il trasposto scolastico regionale è stato potenziato con oltre 130 autobus per evitare la calca e controlli anti-assembramenti con vigili urbani e ‘steward’ con l’ausilio della protezione civile sono stati organizzati in tutte le Marche. Alla popolazione scolastica – studenti, docenti e personale – la Regione ha dato la possibilità di effettuare il tampone gratuito (antigenico rapido), senza prenotazione, nei punti ancora attivi dell’operazione screening “Marche sicure”. Per il rientro, seppure al 50%, il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli ha raccomandato «la massima attenzione perché il virus gira ancora molto».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.