Rifiuti abbandonati, 3 mila euro dal Comune per il ritiro

JESI – Un sacco bianco, pieno di rifiuti, sequestrato e transennato con i sigilli dalla Polizia locale. É apparso in questi giorni, in via Bigi, la strada che collega via Don Minzoni a via Bocconi, fiancheggiando negozi come Terranova. Diversi i cittadini che hanno manifestato preoccupazione nei confronti di questo sacco misterioso anche se dal Comune fanno sapere che non contiene nulla di pericoloso, pur mantenendo massimo riserbo sul fatto.
Rifiuti abbandonati sono stati segnalati anche in via Brodolini e via Granita: il Comune sarà costretto a sborsare 3 mila euro per il ritiro, trattandosi di rifiuti «speciali» e che dunque non possono essere ritirati dalla JesiServizi, la società partecipata del Comune autorizzata a gestire solo gli urbani e gli assimilati non pericolosi. Una determina dell’Area Servizi Tecnici ha affidato a una ditta esterna l’incarico di sgomberare quello che è diventato un deposito a cielo aperto in via Brodolini. Nel servizio, è incluso anche il ritiro e trasporto di un fusto d’olio vuoto, abbandonato in via Granita.

Nel 2018 le sanzioni elevate dalla Polizia locale per abbandono e non corretto conferimento dei rifiuti erano state un centinaio, solo nel primo semestre del 2019 se ne sono contate oltre 150.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*