Ritroviamo Castelbellino: «Criticità per cambi di viabilità a Stazione» | Password Magazine

Ritroviamo Castelbellino: «Criticità per cambi di viabilità a Stazione»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
CASTELBELLINO – Da lunedì 14 Dicembre a stazione di Castelbellino, precisamente in via XXV Aprile e Via Papa Giovanni XXIII, la viabilità è cambiata con istituzione del doppio senso di circolazione. «La situazione della viabilità poteva essere oggetto di rivalutazione, ma non certo in questo modo e con queste tempistiche e forme – tuona l’opposizione politica Ritroviamo Castelbellino, con a capo la consigliera Federica Carbonari – Il nostro gruppo aveva espresso una ferma contrarietà a questo tipo di manovra, proponendo il cambio del senso unico di circolazione facendo sì che si potesse entrare nel paese da via Papa Giovanni XXIII. La decisione presa dall’Amministrazione, a nostro parere, presenta delle criticità molto importanti: prima tra tutte la riduzione della carreggiata, avvenuta nel tempo; di seguito, la presenza di punti ciechi che aumentano il rischio di possibili incidenti. Inoltre, aggiungiamo anche che il doppio senso era già in nelle idee dell’Amministrazione a partire da marzo dell’anno scorso perché proprio come hanno riferito nella loro comunicazione ai residenti di stazione, il rifacimento delle fognature e dell’asfalto era volto ad introdurre il doppio senso di marcia. Ci spiace, ancora una volta, constatare che i cittadini sono gli ultimi ad essere coinvolti in una decisione che li riguarda direttamente. Non si dica altresì che era prevista per novembre una assemblea cittadina per discutere la questione: primo perché novembre sarebbe stato comunque tardi; secondo, perché già al consiglio comunale del primo luglio del 2020 si era parlato di questa cosa e il sindaco stesso aveva redarguito noi consiglieri sul fatto che sarebbe stato fatto questo cambiamento. Ci auguriamo che l’amministrazione riveda la decisione presa e prenda al più presto provvedimenti per rassicurare i cittadini coinvolti in prima persona. Ricordiamoci che la sicurezza e il bene pubblico vengono prima di tutto» .

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.