RitroviAmo Castelbellino su Villa Coppetti “fare luce su lavori e conflitto d’interesse”

CASTELBELLINO – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Federica Carbonari, esponente politica di RitroviAmo Castelbellino, a supporto delle due interrogazioni consiliari presentate.

“E’ con immenso rammarico, stupore e anche una certa dose di irritazione prendiamo atto della MANCATA RISPOSTA all’interrogazione inerente la situazione della scuola media “G.Pascoli”, Frazione Pianello Vallesina, nel Comune di Monte Roberto, frequentata anche da alunni residenti nel Comune di Castelbellino, che ora si trovano ad essere ospitati temporaneamente nei locali del nuovo polo scolastico di Via Venezia di Moie di Maiolati Spontini, facente parte dell’Istituto Comprensivo “Carlo Urbani”. Avevamo chiesto alla nostra amministrazione di fornire delucidazioni precise e volte a chiarire alcuni aspetti rimasti per così dire “in ombra” sulla situazione 2 forse colposamente” anomala creatasi.

Ad oggi abbiamo unicamente preso atto che – contrariamente a quanto auspicato e richiesto espressamente, l’Amministrazione di Castelbellino ha omesso in toto una qualsivoglia risposta in merito ai quesiti posti. Una omissione grave e ingiustificata, che si riflette giocoforza sul diritto (negato) di ognuno di noi cittadini ad avere un’informazione chiara, trasparente ed esaustiva, ma prima di tutto sul diritto stesso di essere informati. Se poi affrontiamo la questione dal punto di vista della minoranza di RitroviAmo Castelbellino, queste omissioni snaturano la funzione stessa dell’opposizione consiliare che rappresentiamo, rendendola sterile e del tutto vana! Le nostre istanza permangono costantemente inascoltate e nemmeno prese in considerazione. Come nuova formazione politica di minoranza, il nostro impegno è massimo e vogliamo tenere alta e viva l’attenzione sulle problematiche che interessano la cittadinanza, vigilando altresì sulla gestione dei fondi e dei soldi pubblici e sull’iter procedurale che affianca tali decisioni. Per questo abbiamo presentato altre due interrogazioni, con lo scopo di delucidare i cittadini sulle modalità di erogazione dei contributi comunali a soggetti privati (art. 13, commi 2 e 3 del Regolamento comunale per la concessione di contributi e benefici economici a soggetti pubblici e privati), stanziati tra gli anni 04/08/2014 – 07/08/2019. Contributi che “sulla carta” dovrebbero avere un carattere straordinario ed essere destinati a soggetti volta per volta differenti. Al contrario, da una disamina dei medesimi si evince come tale erogazione sia tutt’altro che ordinaria, ma soprattutto diretta a favore dei medesimi soggetti (o quasi) da anni.

Allo stesso tempo, abbiamo presentato un’interrogazione che vuole fare luce su quelli che sono stati i lavori di ristrutturazione di Villa Coppetti, eseguiti nel 2015. vogliamo essere edotti sui criteri di scelta della ditta appaltatrice da parte dell’amministrazione di Castelbellino, sul perché sia stato dato l’ok al collaudo finale dei lavori che poi sono risultati essere non conformi, provocando danni ai proprietari di immobili adiacenti. A fronte di tali accertati danni l’amministrazione comunale non ha deciso di escutere la fideiussione posta per legge a garanzia dei vizi/difformità delle opere, per risarcire i proprietari anzidetti che hanno poi promosso azioni legali nei confronti proprio del nostro comune per vedersi risarcire degli ingenti danni provocati nelle proprie abitazioni dai predetti lavori di ristrutturazione di Villa Coppetti.

Ma vi è di più, perché si è poi scoperto che l’incarico legale volto a tutelare l’amministrazione comunale in questa procedura giudiziaria promossa dai soggetti danneggiati sia stato affidato niente di meno che alla sorella dell’allora assessore Gioia Santarelli, attuale vice-sindaco. Non è dato conoscere il perchè ed il per come di questa scelta: non c’era forse un aperto conflitto di interessi??
Confidiamo – almeno questa volta – di fare luce e chiarezza su parecchi temi e modus operandi dell’attuale amministrazione che sono quantomeno “dubbiosi”, giuridicamente parlando”.

Federica Carbonari per
RitroviAmo Castelbellino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*