Salara gremita per Aquilanti, il Comune "Nessuna concorrenza ma unitarietà con gli eventi limitrofi"

JESI – Vedere la Salara, la nuova sala di lettura della biblioteca Planettiana, piena di persone attente alle considerazioni del Maestro Giancarlo Aquilanti sulla musica classica americana del ‘900 – una vera lezione la sua, quasi fossimo alla Stanford University – è stato un piacere. Soddisfatti i partecipanti, che senza alcuna spesa hanno potuto conoscere la storia di Aaron Copland, Leonard Bernstein ed altri, ascoltare loro brani, farsi guidare dal Maestro nel cogliere gli aspetti innovativi dell’American Sound; soddisfatto Giancarlo Aquilanti, tanto che ha …promosso benevolmente tutti gli allievi al termine della lezione; soddisfatti gli organizzatori, vedere almeno cento persone affollare la sala li ha ripagati dell’impegno profuso; soddisfatto il Comune, visto che la promozione dell’evento, come dei tanti altri che stanno portando giudizi lusinghieri su JesiEstate, è avvenuta a costo zero grazie al giovane Social Media team dell’Assessorato alla Cultura.

Non comprendiamo dunque l’articolo uscito due giorni fa su un quotidiano locale, in cui si denunciava la mancanza di eventi nella rassegna Jesi Estate, un vuoto colmato, secondo il giornalista, da manifestazioni di altri Comuni della Vallesina. Archiviato l’incontro con il M° Aquilanti, diversi sono ancora gli appuntamenti di Jesi Estate, a breve e a lungo termine, consultabili sul sito www.jesiestate.it ed aggiornati in tempo reale sui profili dei social network, non ultima la Notte Azzurra del 6 Settembre. Ostinarsi a vedere Jesi – e ciò che Jesi propone – in antagonismo e competizione con i Comuni della Vallesina – e con ciò che essi propongono – è sintomo della incapacità di comprendere quanto sia importante, per le persone che ci vivono e per chi lo viene a visitare, che il nostro territorio si presenti e sia percepito in maniera unitaria. Noi lo abbiamo compreso e ci muoviamo di conseguenza. Auguri dunque per la migliore riuscita alle manifestazioni previste nei prossimi giorni a Staffolo, Cupramontana, Serra de’ Conti ed altrove, che sono complementari, e non concorrenziali, a ciò che avviene a Jesi.

 

Comune di Jesi, Assessorato alla Cultura

 


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*