San Savino, verso un'identità di quartiere grazie all'Associazione Culturale Victoria | | Password Magazine
Festival Pergolesi

San Savino, verso un’identità di quartiere grazie all'Associazione Culturale Victoria

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – L’Associazione Culturale Victoria segna un punto a favore dell’integrazione e della solidarietà grazie al successo del ”San Savino Linking Festival”, l’evento che domenica scorsa ha richiamato centinaia di cittadini in piazzale San Savino, trasformando una normale area parcheggio in un luogo di attrazioni e divertimenti, incontri e confronti, dove fare musica, sport, arte e cultura. In una piazza, insomma.

La manifestazione si è rivelata un ponte di collegamento – da qui la parola inglese linking –  tra le diverse realtà economiche, culturali ed etniche del quartiere, per la prima volta unite e riunite nel cuore di San Savino. Un tentativo ben riuscito di riqualifica e valorizzazione del territorio che, grazie all’evento, perde quell’aurea di negatività, quella fama di quartiere difficile, al centro dei recenti fatti di cronaca.

Grande la partecipazione di pubblico sin dalle prime fasi del Festival: dopo l’introduzione del presidente dell’Associazione Culturale Victoria Giuseppe Romagnoli e i saluti del vice sindaco Luca Butini, ad aprire il programma, le premiazioni e i riconoscimenti assegnati agli alunni della scuola media “Federico II” e a quelli del Liceo Artistico “E.Mannucci” per la realizzazione del murales “DiverciTeen”.

Nel pomeriggio, momenti di intrattenimento e musica hanno lasciato il passo a sport, arte e cultura, grazie al coinvolgimento di associazioni, fotografici, artisti, stand gastronomici ed esercenti della zona. C’erano l’Aurora Basket, la Roller Marche, Rugby Jesi ‘70, gli Sbandieratori dell’Ente Palio San Floriano, le dimostrazioni di Taekwondo organizzate dalla Libertas. E poi l’associazione “Para un Principe Enano”, gli stand trucca bimbi di Simon Salon, i punti ristoro del Man Cave Café e della Pizzeria delle Meraviglie. Non mancavano i media partner: presenti lo staff RVE per la diretta radio e la redazione del social media magazine “Password”, impegnata a documentare l’evento. Non da ultimo, grazie al coinvolgimento del Gruppo San Savino e della Matt, sarà possibile devolvere alla Scuola Media Statale Federico II un buono in denaro per il materiale didattico e cancelleria. E’ la comunità che si spende a favore della scuola, degli esercenti e dei residenti, attivando una rete vincente che produce benessere.

“Un ringraziamento va tutti i partecipanti al Primo San Savino Linking Festival e, in particolare, a tutti i volontari e al pubblico che hanno reso speciale questo evento con la loro presenza – fa sapere Giuseppe Romagnoli, presidente dell’Associazione Culturale Victoria – L’arte così come lo sport, la musica e cultura sono strumenti di dialogo e di integrazione: il San Savino Linking Festival nasce come contenitore dove tutti questi ingredienti possono mescolarsi, contribuendo alla definizione di un’identità di quartiere”.

Ed è proprio su quest’ultimo concetto che l’Associazione Culturale Victoria tornerà ad impegnarsi, non solo lavorando alla seconda edizione del Festival ma anche attraverso nuovi progetti di branding che contribuiscano cioè a creare, incentivare ed educare ad un identità di quartiere. E lo farà, coinvolgendo altri partner partendo da Graziano Giacani di Questaagenzianonhanome. “L’associazione vuole proprio attivare attraverso eventi ed iniziative il senso di solidarietà e di rispetto, una cultura unica e multilinguistica che sia forma di arricchimento, una risorsa per le persone del territorio – aggiunge Romagnoli  – Per questo, occorre superare le barriere, uscire da casa e scendere fuori, in piazza. Per parlarsi, conoscersi e confrontarsi: ed è nei momenti di festa, di gioia e divertimento, attraverso iniziative del tempo libero, che è più facile abbassare le barriere, superare le differenze e diventare un “noi, qui”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.