Sanità, nuovi posti auto al Carlo Urbani. Bacci: «La Regione rispetti quanto deliberato» | | Password Magazine

Sanità, nuovi posti auto al Carlo Urbani. Bacci: «La Regione rispetti quanto deliberato»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Ribadire i ruoli dell’Amministrazione comunale, dell’ASUR e della politica regionale per non far confusione e per non disorientare il cittadino. Questo è quanto viene portato avanti dal sindaco di Jesi Massimo Bacci e la sua giunta.

«Noi ci muoviamo in rispetto dei ruoli – commenta il sindaco Massimo Bacci –  Questo è un atteggiamento che mi ha caratterizzato nel primo mandato e lo sarà sicuramente anche nel secondo».

Le scelte politiche, per quanto riguarda la sanità, sono esclusivamente a capo della Regione e come ogni anno i Comuni possono svolgere soltanto un’attività di controllo di quello che viene fatto nel territorio.

Devono quindi verificare che le linee di indirizzo politico della Regione stessa vengano poi attuate all’interno di uno specifico ambito e territorio e, in questo caso, si parla di ambito sanitario e dunque Area Vasta. Per dare maggior impulso all’attività di verifica, l’Amministrazione comune si è subito messa in moto, in particolare tramite l’assessore ai Servizi sociali e sanitari Maria Luisa Quaglieri con la supervisione del Presidente della conferenza dei sindaci Maurizio Mangialardi. «La soluzione è stata l’attuazione e l’approvazione di un regolamento che permetta poi di avere uno svolgimento istituzionale corretto all’interno della stessa conferenza – commenta il sindaco Bacci – e che faccia in modo che si arrivi anche ad una votazione, quando si necessita, degli indirizzi da parte dei Comuni rispetto a quella che è la sanità di Area Vasta. In un paio di mesi il regolamento sarà ben definito: ci sarà un maggior controllo riguardo i compiti dell’Amministrazione comunale e sulle attività che competono al Comune di Jesi per ciò che riguarda la conferenza dei sindaci».

«Chiediamo una maggior attenzione – commenta l’assessore Quaglieri – e rispetto per ciò che è stato deliberato dalla politica regionale». Da tempo l’Amministrazione comunale segnala mancanza di figure primarie all’interno delle strutture sanitarie, con la conseguenza di minor organizzazione e dunque minor efficienza di quella che invece potrebbe esserci. Si auspica che avvenga anche un incremento di personale, non soltanto a Jesi ma in tutto il territorio dell’Area Vasta. Proprio a causa del poco personale, il reparto di Pneumologia di Jesi cesserà la sua attività per un periodo ancora poco definito: si chiede quindi che vengano rispettati quelli che sono gli indirizzi della politica regionale e che vengono attuati per arrivare ad un’organizzazione più efficiente, perché di mezzo c’è la sanità e dunque la salute dei cittadini.

Per ciò che riguarda invece la problematica parcheggio nel Carlo Urbani di Jesi, tutta l’Amministrazione comunale si sta muovendo per l’acquisto di terreni che permetterebbero la realizzazione di nuovi posti auto. Soluzione che risolverebbe una situazione disagiate per i malati ed i loro familiari, ma anche per i mezzi di soccorso secondario della Croce Verde di Jesi e CRI.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.