Sanità: le priorità per il prossimo biennio | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Sanità: le priorità per il prossimo biennio

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
L'assessore Bruna Aguzzi

L’assessore ai Servizi alla persona Bruna Aguzzi ha consegnato all’assessore regionale alla Sanità Almerino Mezzonali e al consigliere regionale Fabio Badiali, membro della V Commissione consiliare, il documento approvato dal Consiglio comunale di Jesi nel quale vengono elencate dettagliatamente le priorità che il territorio – anche attraverso la Conferenza dei  Sindaci della Vallesina – ritiene che debbano trovare conferma nel nuovo Piano Socio-Sanitario 2012-2014.

Per quanto riguarda le strutture quattro sono gli aspetti evidenziati. A cominciare dal completamento dell’ospedale Carlo Urbani rispetto al quale, assegnato anche l’ultimo appalto dei lavori, sarà importante verificarne puntualmente il regolare cronoprogramma delle opere e, di conseguenza, il rispetto della tempistica del trasferimento dei reparti e dei servizi dal vecchio ospedale di viale della Vittoria. Aspetti questi che dovranno andare di pari passo con il mantenimento e rafforzamento del ruolo dell’ospedale di Jesi e del suo modello organizzativo, con scelte che garantiscano elevate competenze e professionalità, riconoscendone centralità ed eccellenza in una logica di area vasta.

Altro aspetto su cui sono state chieste rapide risposte riguarda la realizzazione dei primi 40 posti letto di residenza sanitaria assistita da allocare provvisoriamente presso la Casa di Riposo di Jesi. Sempre per quanto concerne le strutture, attenzione è stata posta sulla ristrutturazione del vecchio Murri da destinare prioritariamente a casa della salute, a Residenza Ospedaliera Sanitaria Assistita con 10 posti letto come dal progetto già annunciato dallo Iom e a tutti quei servizi che rafforzino il modello organizzativo ospedale-territorio. Per quanto riguarda le strutture della Vallesina, attenzione è stata posta alla realizzazione della casa della salute a Moie e Cingoli.

Accanto agli investimenti sugli ambienti e sugli spazi, l’assessore Aguzzi ha illustrato anche gli interventi attesi in ordine al rafforzamento e alla valorizzazione dei servizi territoriali, con particolare riferimento alla prevenzione (su lavoro e sicurezza alimentare), al distretto minori e famiglia, alla disabilità, agli anziani, alle dipendenze, alla salute mentale, in una sperimentazione che vada nella direzione di una sempre più efficace integrazione socio-sanitaria.

Mezzolani e Badiali, nel prendere in consegna il documento, hanno ribadito il loro impegno affinché dalla Regione giungano risposte puntuali e coerenti, dando atto che il percorso avviato dai Comuni di Jesi e della Vallesina è perfettamente in linea con quelli che erano gli orientamenti elaborati e auspicati dalla Regione stessa.

Comunicato da: Comune di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.