Sanità, salute e cura nella società multietnica

JESI – La salute e la cura nella società multietnica è il tema del convegno organizzato dall’ASUR Marche – Area Vasta 2 in collaborazione con l’Ufficio Pastorale della Salute della Diocesi di Jesi rivolto a tutte le figure sanitarie e non del mondo della salute, volontari e cittadini.

Il 6 ottobre a Jesi, dalle 14 alle 20, presso l’Auditorium Banca Popolare di Ancona in via don Angelo Battistoni si parlerà di medicina e nursing transculturale, di problematiche etiche nell’approccio multiculturale, di cure e malati nelle varie culture, con uno spazio di confronto aperto ai partecipanti. Verranno approfondite le tematiche dei problemi di salute e di assistenza nei confronti di un’utenza multietnica e multiculturale, in particolare per delineare il contesto territoriale, per migliorare le competenze professionali nell’assistenza e nella cura della persona appartenente a culture e confessioni religiose. “La diversità deve rappresentare una ricchezza – ha spiegato la responsabile organizzativa Marcella Coppa – ed essere il presupposto per il dialogo e per la promozione di una cultura dell’incontro e della pace”.

A partire dalle 14 si alterneranno medici e infermieri per sottolineare alcuni aspetti della salute e dell’assistenza verso persone che provengono da diverse tradizioni culturali e religiose. Sempre più nelle corsie degli ospedali e negli ambulatori dei distretti il personale è chiamato a confrontarsi con uomini e donne che, oltre alla differenza linguistica, si pongono in un modo diverso dal nostro verso la malattia. In Italia sono oltre 5 milioni gli immigrati e questa presenza può essere non solo un problema, ma anche una risorsa e un’opportunità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*