Sanità, Tribunale Diritti del Malato su pasti e Pronto Soccorso: "Occorrono interventi urgenti"

JESI  – Nella giornata di lunedì scorso, il presidente del Tribunale dei Diritti del Malato Dr. Pasquale Liguori ha incontrato il sindaco Massimo Bacci e il Direttore dell’Area Vasta 2 Maurizio Bevilacqua per discutere di due argomenti  importanti per la tutela dei diritti del cittadino: l’appalto per la ristorazione dell’ospedale ed il Pronto Soccorso.

“Per quanto riguarda il primo punto, abbiamo richiesto che finalmente dopo tre anni dall’inaugurazione del Carlo Urbani si aprano le buste della gara di appalto e si comincino i lavori di realizzazione delle cucine –  fa sapere tramite nota stampa Liguori –  Il direttore Bevilacqua si è impegnato personalmente a far sì che entro dicembre l’appalto sia assegnato. Subito dopo la ditta assegnatrice dovrà iniziare i lavori citati per un tempo previsto di massimo quattro mesi”.
A fronte di tali impegni tutti insieme hanno concordato che sia ancora la vecchia cucina a fornire i pasti piuttosto che chiuderla e far arrivare gli stessi da chissà quale parte .”Nello stesso tempo però – aggiunge Liguori – ho richiesto a Bevilacqua, in accordo con Bacci, di fare un sopralluogo nei locali cucina per fare alcuni interventi che possano garantire l’igienicità del pasto”.

Per quanto riguarda il PS la situazione dell’organico resta ancora molto incerta e non convincono le soluzioni che si stanno mettendo in campo : “Arriva un medico di Senigallia per qualche tempo ma intanto ci risulta che l’altro, atteso per  dicembre, non arriverà più sempre – fa sapere Liguori – A dicembre, inoltre, un altro medico del Pronto Soccorso andrà via e in più attualmente ve ne è uno “a mezzo servizio” per maternità. Insomma si rischia di operare con 8 medici e mezzo (con un organico previsto di 13) in un periodo di grande afflusso per le problematiche influenzali”.

A fronte di tutto ciò, secondo il presidente del Tribunale dei Diritti del Malato, l’unica soluzione vera e definitiva resterebbe l’effettuazione di un bando di concorso a tempo indeterminato con una graduatoria aperta per l’attingimento al bisogno: “Bevilacqua ci ha assicurato che entro l’anno si farà il concorso che però porterà nuovi innesti di personale soltanto a gennaio – conclude Liguori – Nel frattempo abbiamo ribadito la nostra richiesta di far lavorare i medici del 118 nelle ore di stand-by della loro attività almeno per smaltire codici bianchi e verdi”-

Comunicato da:  TDM di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*