Santa Maria Nuova, positivi alla Casa di Riposo: «Ospiti costantemente monitorati». | Password Magazine

Santa Maria Nuova, positivi alla Casa di Riposo: «Ospiti costantemente monitorati».

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

SANTA MARIA NUOVA – Impennata di positivi nell’ultima settimana nel Comune di Santa Maria Nuova, con 57 casi positivi e 30 in quarantena. «Da tre giorni la situazione si è stabilizzata e ora siamo in regresso – fa sapere il sindaco Alfredo Cesarini tramite la pagina istituzionale del Comune -. Si raccomanda a tutti di non abbassare la guardia, di rispettare le regole e di usare la massima diligenza». Dei 57 casi positivi, 28 sono ospiti della Casa di Riposo:  «Al momento non risultano situazioni particolarmente gravi – informa il Comune – ed è per questo motivo che si sta privilegiando la cura in struttura anche se questo comporta un forte impegno gestionale e grandi sacrifici da parte di tutto il personale (anche diversi operatori sono risultati positivi al covid-19) . Nella struttura gli ospiti vengono monitorati anche con l’ausilio di personale medico inviato dalla USCA (Unità speciali per la continuità assistenziale)».

Venerdì 30 ottobre, in via precauzione, il Sindaco, dopo contatti telefonici, ha inviato una lettera all’Assessore alla Sanità della Regione Marche Saltamartini nella quale ha illustrato la situazione all’interno della struttura, questo per essere pronti ad intervenire in maniera rapida ed efficace qualora vengano rilevate dal personale sanitario situazioni particolarmente critiche per gli ospiti.
Il Sindaco, l’Assessore e l’Ufficio comunale competente monitorano costantemente la situazione in contatto con il personale sanitario e la cooperativa Polis che ha la gestione della struttura.
Tutte le informazioni sanitarie vengono fornite ai familiari seguendo i protocolli stabiliti dalla Regione.
«Comprendiamo l’apprensione dei parenti degli ospiti – spiega il sindaco – ma chiediamo a tutti la massima collaborazione e comprensione. Sono giorni difficili, le notizie che giungono da ospedali e strutture simili alla nostra sono note a tutti e crediamo sia facilmente intuibile l’enorme impegno che tutti stanno mettendo per uscire da questa situazione complicata».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.