Santiango è atterrato in Italia: ora è in viaggio verso Ancona | Password Magazine
Festival Pergolesi

Santiango è atterrato in Italia: ora è in viaggio verso Ancona

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Da Amsterdam è atterrato questa mattina a Roma e ora è in viaggio verso Ancona. Santiago sta finalmente per tornare a casa: la storia del 29enne, costretto su un letto di ospedale in Thailandia il 20 giugno scorso dopo un incidente, senza possibilità di far rientro per via delle vigenti normative covid e conseguenti misure adottate dal governo thailandese, ha tenuto la città col fiato sospeso fino ad oggi quando finalmente il ragazzo è atterrato in Europa (tutta la storia in questo articolo).

Per papà Marcello Loccioni la gioia per il rientro di Santiago si mescola all’amarezza di non aver ottenuto un volo di Stato per il figlio: «L’unico caso di un italiano che, precipitato in un burrone in una località dove lavorava come animatore turistico a 800 euro al mese, è dovuto rientrare a casa a proprie spese su un volo di linea, con il rischio di rimanere paralizzato – è lo sfogo – Pur avendo fratture multiple alla colonna vertebrale, assistito solo da una badante thailandese, ha sostenuto 16 ore di volo per raggiungere Amsterdam, dove è rimasto fermo per 3 ore in attesa del cambio, e poi altre 5 ore in volo per Roma e ora sta viaggiando per altre 4 ore in ambulanza fino ad Ancona, verso l’ospedale di Torrette. Questa è la storia di un italiano che si è fatto male all’estero. Avevamo chiesto un volo di Stato alla Farnesina ma non siamo stati presi in considerazione».

Ad aiutare questo ragazzo la sensibilità di numerosi cittadini, uomini e donne comuni, mamme e papà, che si sono commossi davanti la vicenda: oltre 30 mila euro sono stati raccolti infatti grazie alla richiesta d’aiuto lanciata su GofoundMe.com .

Un grido d’aiuto della famiglia cui aveva risposto l’avv. Corrado Canafoglia, legale che ha seguito le pratiche del rimpatrio, e che, passando per il Comune di Jesi, aveva raggiunto anche il vescovo Don Gerardo e poi il Papa in Vaticano, con la segreteria pontificia a Bangkok che si attivava al fine di intercedere con il Consolato e riportare il giovane a casa. Il suo arrivo è previsto intorno alle 16.30.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.