“Scrittori leggono scrittori”, giovedì 26 febbraio le “Lettere dal carcere” di Gramsci

MOIE – Un viaggio appassionato nell’universo complesso e multiforme di Pasolini, nel suo profondo umanesimo e nel suo sguardo capace di andare oltre i suoi tempi, regalato al folto pubblico, che giovedì 12 febbraio gremiva la biblioteca La Fornace di Moie, dal critico e saggista Antonio Triccomi, per la rassegna “Scrittori leggono Scrittori”.

È stato l’ennesimo successo l’ultimo incontro della manifestazione, organizzata dal Comune di Maiolati Spontini e curata da Massimo Raffaeli e Francesco Scarabicchi, con letture di Giorgio Sebastianelli. Il prossimo appuntamento della rassegna, dedicata quest’anno ai libri civili, sarà giovedì 26 febbraio, sempre alle ore 18 alla biblioteca La Fornace di Moie. Si tratta di uno degli incontri più attesi: Alberto Burgio, professore di Storia della filosofia all’Università di Bologna, leggerà Antonio Gramsci sviscerando le “Lettere dal carcere”, l’opera più importante del politico, filosofo, critico letterario e fra i fondatori, nel 1921, del Partito comunista.

Ultimo appuntamento della rassegna il 5 marzo, con il poeta e critico letterario Enzo Di Mauro che presenta il “Diario notturno” di Ennio Flaiano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*