Scuola Magnificat, il Comune di Maiolati eroga fondi | Password Magazine
Festival Pergolesi

Scuola Magnificat, il Comune di Maiolati eroga fondi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

Il Comune ha erogato i fondi per la scuola di musica Magnificat, ideata e diretta dal cittadino onorario di Maiolati Spontini padre Armando Pierucci. Il frate, nato a Moie, ha fondato a Gerusalemme l’istituto musicale come luogo di orientamento e di preparazione professionale in campo concertistico e didattico, oltre che di dialogo di pacifica convivenza fra le genti. La scuola Magnificat, tuttavia, ha sede in locali angusti e stretti rispetto alle reali necessità. In un primo momento l’Istituto “Custodia Terra Santa” aveva messo a disposizione una struttura al centro della città inutilizzata da alcuni anni, per poterla recuperare ed adibirla a sede della Magnificat. L’anno scorso sono però sorte difficoltà da parte di alcune autorità del posto, per cui si è deciso di realizzare un progetto di recupero dell’attuale sede della scuola.

L’associazione Premio Vallesina, di cui il Comune è socio fondatore, si è impegnata sin dall’inizio nella raccolta fondi a favore della Magnificat ed ha lanciato una campagna di solidarietà. Iniziative che vedono in prima linea anche il Comune, grazie al cofinanziamento del progetto di ristrutturazione edilizia dell’immobile della scuola, cui l’Amministrazione comunale ha stabilito di partecipare finanziariamente per l’importo di 70.000 euro.

“L’entusiasmo con cui opera padre Armando – osserva il sindaco Giancarlo Carbini – ci ripaga delle tante difficoltà per realizzare il progetto Magnificat, per cui il Comune aveva stanziato e finalmente può erogare 70.000 euro. All’inizio il progetto presentava delle difficoltà nella sua realizzazione e sembrava dovesse essere congelato, ma non si poteva accantonare. Dopo ulteriore lavoro, verifiche e chiarimenti si è scelta la strada della riqualificazione e dell’ampliamento dell’attuale sede. Finalmente si sono create le condizioni operative per erogare il contributo che il comune di Maiolati Spontini aveva deliberato. Finalmente è tornato l’entusiasmo, sospinti anche da quello contagioso di padre Armando che prima di essere un frate francescano è un moiarolo, verace con tutta la sua tenacia e la voglia di fare. Finalmente riusciremo a contribuire a un miglior clima di pace e di collaborazione a Gerusalemme, anche se circoscritto a quella che potremmo chiamare oasi-Magnificat, con l’auspicio che sia un piccolo seme che porti un grande frutto. Anche come esempio e stimolo nella nostra realtà locale – aggiunge il sindaco – dove, anche a causa degli effetti collaterali della crisi e della sempre minor disponibilità al confronto, piccole tracce di intolleranza caratterizzano il nostro vivere quotidiano”.

Il finanziamento del Comune si unisce a quelli della Regione, per 150 mila euro, del Premio Vallesina, per 50 mila euro, e della Custode di Terra Santa, per 230 mila euro, per una spesa complessiva di 500.000 euro. Il progetto Magnificat prevede anche la nuova edizione della rassegna musicale “Pentagrammando la Pace”, in programma a fine agosto, che vedrà l’arrivo a Maiolati Spontini di allievi da Gerusalemme e Sarajevo.

Padre Armando ha inviato nei giorni scorsi un’affettuosa lettera di ringraziamento al sindaco Carbini per aver “partecipato al lungo Calvario che il Magnificat ha percorso in questi anni. Arriveremo alla meta. Intanto le do la buona notizia che il Ministero Italiano della Pubblica Istruzione ha firmato, dandoci  la facoltà di rilasciare, insieme al Conservatorio di Vicenza, diplomi di primo e secondo livello, che avranno valore Europeo. Capisco che tutto questo non sarà sufficiente per portarela Pacein Medio Oriente. Lo so. Ma intanto lei, e anch’io, ci abbiamo provato. Lei ha dato il massimo che poteva, come persona e come sindaco. Anche la presenza alla rassegna Pentagrammando la Pace dei nostri allievi sarà come portare un mattone perla Casadella Pace”.

Comunicato da: Comune di Maiolati Spontini

1 Commento su Scuola Magnificat, il Comune di Maiolati eroga fondi

  1. E ‘così meraviglioso che in questi giorni di crisi finanziaria che il denaro pubblico può essere deviato a finanziare il restauro della proprietà della Chiesa in Terra Santa. A partire dal 2008, già 220000 euro di denaro pubblico era già stato pompato nella Custodia di Terra Santa per la ristrutturazione dell’Istituto Magnificat. Questo articolo non dice nulla la somma già raccolta fino a giugno 2010 – 350000 – e dalle altre varie fonti di entrate dopo.
    http://www.chiesamarche.org/content/view/2470/30/
    http://storico.premiovallesina.org/news_10.asp?Tipo=com5

    Se la Custodia di Terra Santa sta anche contribuendo a rinnovare le loro proprietà (che aumenterà notevolmente di valore e, naturalmente, mantengono la proprietà e controllo), non vuol dire che stanno prendendo il denaro da una tasca e lo messa in un altro? Perché deve il pubblico a pagare per i crediti non provati di pace con relativamente pochi non-palestinesi in una scuola di musica? Non è comunque il lavoro della Chiesa di fare la pace senza fanfara e senza mendicare per i fondi pubblici?

    Se si sostiene la ristrutturazione avrà un costo di 500000 euro (?), perché è la raccolta di fondi è stata permessa di continuare oltre la somma già ricevuta? Sembra che la parola magica per convincere il pubblico di svuotare le sue tasche è “pace” – Bravo!
    Ma quando la raccolta di sacchi di soldi e di auto-elogi si chiamano: “Calvario” – Vergogna!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.