Scuola Martiri della Libertà, sit-in di protesta davanti al Comune | Password Magazine
Festival Pergolesi

Scuola Martiri della Libertà, sit-in di protesta davanti al Comune

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Scuola Martiri della Libertà, genitori, insegnanti e alunni protestano davanti al Comune. La delegazione ha chiesto di essere ricevuta dal sindaco e, di fatto, hanno ottenuto un incontro con gli uffici per fissare un appuntamento con il Primo cittadino che, questo pomeriggio, era impegnato nel Consiglio comunale in via telematica.

IMG-20200626-WA0024

Con la scuola di via Asiago ancora occupata dal cantiere, i genitori hanno raccolto già 116 firme per esprimere dissenso di fronte alla soluzione paventata dall’Amministrazione comunale di trasferire da settembre gli alunni tra gli edifici di Palazzo Carotti – Istituto Mestica in Piazza Duomo, nel pieno centro storico di Jesi.

IMG-20200626-WA0022

«Un problema che non riguarda solo noi, dal prossimo anno altri interventi potrebbero interessare gli istituti comprensivi della città – ha detto il primo firmatario della petizione Roberto Manoni – . Vorremmo che si prendano decisioni più lungimiranti per il bene degli alunni, dei docenti e delle famiglie».

I genitori chiedono all’Amministrazione comunale di rivalutare ipotesi alternative, come ad esempio il Seminario Vescovile di via Montecappone (ex Istituto d’Arte): «Tale soluzione immaginiamo troverebbe il consenso, oltre che di noi genitori, degli insegnanti e del nostro Preside, anche dei Presidi degli altri Istituti Scolastici che non si vedranno più privati di loro spazi didattici -diceva la petizione – Inoltre tali spazi potrebbero tornare utili anche in futuro agli istituiti con plessi che saranno oggetto di lavori di consolidamento strutturale e adeguamento sismico, come da piani del Comune. L’invito all’Amministrazione è di avere un’ottica di lungo periodo, non di “vivacchiare” giorno per giorno, per evitare nuove situazioni come la scuola di via Asiago».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.