Scuole e covid, gli interventi nelle scuole di Jesi disposti dalla provincia | Password Magazine
Festival Pergolesi

Scuole e covid, gli interventi nelle scuole di Jesi disposti dalla Provincia

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La Provincia di Ancona è al lavoro per la ripresa delle attività didattiche in presenza per l’a.s. 2020-2021, per l’inizio programmato il 14 settembre.  In tutto il territorio della provincia anconetana sono 25 le Scuole secondarie di secondo grado di competenza dell’Ente. Le scuole si sviluppano in 43 sedi dislocate tra Ancona, Chiaravalle, Jesi, Fabriano, Sassoferrato, Falconara, Monte Roberto, Osimo, Castelfidardo Loreto, Senigallia e Arcevia.

«A giugno è iniziato l’iter degli uffici tecnici della Provincia di Ancona per la rilevazione delle criticità – afferma Luigi Cerioni, presidente della Provincia di Ancona – al fine dell’individuazione di tutte le esigenze legate ai vari provvedimenti emanati a seguito dell’emergenza sanitaria Covid 19. Alla luce di tutte le valutazioni, non tutte le scuole di competenza provinciale necessitano di lavori di adeguamento. Sono stati inoltre già acquistati 500 banchi monoposto».

I lavori di adeguamento sono coperti dai contributi che sono stati stanziati per l’Edilizia Scolastica dal Ministero dell’Istruzione per la realizzazione di interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Il finanziamento spettante alla Provincia di Ancona è pari a 1 milione di euro.

In particolare a Jesi, a Liceo scientifico Da Vinci, saranno rimossi tre muri divisori all’ultimo piano del plesso storico al fine di creare 3 aule di 76 mq al posto di 6 aule di 38 mq.

Al “Cuppari-Salvati”, al fine di eliminare le criticità di dislocazione di 5 classi, l’istituto rinuncia alla didattica organizzata per aule laboratorio e verranno eseguite le seguenti opere: al piano terra l’attuale Aula Magna verrà trasformata in due aule. Rimozione di un divisorio nell’ex aula di musica. L’aula insegnanti che sarà trasferita nell’attuale biblioteca al fine di consentire la realizzazione di una ulteriore aula didattica. Al Liceo Classico Vittorio Emanuele II di Jesi,un laboratorio di informatica e il museo verranno tramutati in aule didattiche

Per quanto riguarda il Galilei di Jesi, 5 classi saranno trasferite al CIOF, mentre alla Fondazione Colocci sarà abbattuto un muro di cartongesso per ampliare un’aula.

A Chiaravalle, l’istituto Podesti, vedrà l’ampliamento del laboratorio di grafica tramite demolizione di muro con aula adiacente al fine di aumentare il numero di postazioni e garantire il distanziamento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.