Scuole, Regione prova ad accelerare: «Valutiamo riapertura da prossima settimana» | Password Magazine

Scuole, Regione prova ad accelerare: «Valutiamo riapertura da prossima settimana»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
REGIONE – Scuole superiori verso la riapertura in presenza al 50%, forse già dalla prossima settimana. Lo ha annunciato il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli: «Mercoledì l’assessore Giorgia Latini convocherà un tavolo con le parti per valutare la riapertura. Un provvedimento che stiamo valutando già dagli ultimi giorni della settimana scorsa, notando che il numero dei contagi sintomatici stava scendendo insieme a quello dei positivi giornalieri». Due dati che nella prima settimana dell’anno avevano spinto la Giunta a rinviare l’apertura delle superiori al 1 febbraio, incerti su una ripresa repentina della curva epidemiologica.
«I risultati che stiamo ora vedendo attestano un miglioramento – spiega Acquaroli – Mercoledì sarà pronto l’indice Rt della settimana scorsa, se sarà confermato sotto l’1 e il numero dei casi sintomatici sarà tale da non mettere in difficoltà i Pronto soccorso e gli ospedali, vorremmo riaprire e riconsentire lezioni in presenza al 50% nelle scuole secondarie di secondo grado già da lunedì della prossima settimana. Per fare questo dobbiamo rimettere mano all’ordinanza che comunque già metteva in conto la possibilità di riaprire in anticipo se la situazione fosse migliorata». E conclude: «Voglio sottolineare che per Dpcm si è tornato in presenza nelle scuole di secondo grado non più il 7 gennaio ma il 18, ovvero oggi. Ciò significa che i nostri timori erano fondati, tantoché lo stesso Governo aveva prolungato per tutti questo periodo».
Ci auguriamo di poter restituire un po’ di normalità alle scuole e di socialità ai ragazzi».
Assessore Francesco Baldelli: «La scuola ci sta a cuore e vogliamo che i nostri studenti possano calpestare le aule in piena sicurezza. Attendavamo dal Governo risorse necessarie per la ventilazione meccanica controllata delle arie nelle scuole per garantirne il ricambio e dunque la salubrità degli ambienti. Ma l’esecutivo ha scelto diversamente: pensiamo ai banchi a rotelle e non invece a quegli interventi strutturali anti-covid che sarebbero stati utili anche per altre tipologie di problematiche». Niente più dunque la semplice apertura manuale delle finestre:  «Accorgimenti che, per disposizione della Giunta regionale, saranno da adottare già dalle prossime settimane quando prenderà via l’iter per l’installazione di questi automatismi per il ricambio dell’aria e che possano garantire in pochi mesi, a seconda dell’impegno di comuni e province che convergeremo in questo progetto, la garanzia che i nostri studenti accedendo nei nostri istituti siano sempre sicuri e non rinchiusi in classi- “pollaio”».

Le Marche prima Regione a prevedere interventi strutturali per impianti di aerazione nelle scuole e non solo.

Assessore Giorgia Latini: «Scuole aperte sì ma in sicurezza. Convocheremo questo tavolo con associazioni, parti sociali e ufficio regionale scolastico. Abbiamo previsto due tipi di intervento, uno strutturale, con la progettazione di un bando rivolto a comuni e province per interventi strutturali per impianti di aerazione nelle classi (3 milioni di euro per l’acquisto di impianti di purificazione dell’aria tecnologicamente avanzati) e 2 milioni di euro per gli studenti bisognosi affinché possano acquistare la strumentazione informatica, garantendo loro il diritto allo studio e superare il digital divide nelle Marche. Questa Giunta sta dando risposte concrete: il Ministro avrebbe potuto impiegare risorse importanti per gli impianti areazione invece di destinare 400 milioni per l’acquisto dei banchi a rotelle. Una visione della priorità per riaprire in sicurezza, che ci faccia stare tranquilli anche se dovessimo riaprire al 100%».
Assessore alla sanità Filippo Saltarmartini: «Valutata la possibilità di estendere gli screening a studenti e personale docente. No nuove postazioni ma semplicemente utilizzare gli appuntamenti che abbiamo in calendario per poter, senza prenotazione, presentarsi nei vari posti dove sono allocati gli screening ed eseguire il tampone rapido». Per quanto riguarda l’Area Vasta 2 le date sono quelle 20-21-22 Falconara, Osimo e Castelfidardo, 26 Loreto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.