Sei arresti nella notte per droga, sempre più frequente il consumo tra giovani | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Sei arresti nella notte per droga, sempre più frequente il consumo tra giovani

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CHIARAVALLE  – Questa notte i Carabinieri della Stazione di Chiaravalle, guidati dal Maresciallo Domenico Maurelli, hanno arrestato in flagranza di reato sei italiani, tutti giovanissimi locali disoccupati, tra cui quattro ragazze, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta di L.M.C., ragazza di 22 anni, L.S.A., ragazza di 26 anni, G.G, ragazza di 18 anni, P.O., ragazzo di 18 anni, M.L., ragazza di 18 anni, e G.G., ragazzo di 32 anni, di origini napoletane, ma da molti anni residente a Chiaravalle.

Da molto tempo i CC di Chiaravalle stanno seguendo con preoccupazione e con mirate indagini l’aumento di consumo di sostanze stupefacenti tra i giovani chiaravallesi, fenomeno in parte già contrastato con decine di operazioni antidroga che hanno portato negli ultimi due anni a numerosi arresti tra gli adolescenti di quella città.

Preoccupante anche la tipologia di stupefacente consumata e spacciata, in quanto spesso i Carabinieri hanno constatato il diffondersi dell’uso di eroina e pasticche di natura chimica.

Una di queste indagini si è conclusa questa notte con l’irruzione in un appartamento del centro di Chiaravalle, in affitto a una 18enne pregiudicata, al cui interno vi erano altri cinque giovani, di cui quattro di Chiaravalle e una ragazza di Senigallia.

I sei sono stati trovati in possesso di svariato quantitativo di sostanza stupefacente, in totale 92 grammi di hashish di tipo oleoso, divisi in due panetti da 46 grammi ognuno, altri 5 grammi di hashish divisi in 5 pezzi da un grammo ognuno, quattro grammi di eroina divisi in quattro involucri, una pasticca di MD e una pasticca si Subotex, oltre a un bilancino di precisione e un coltello sporco di hashish evidentemente usato per tagliare il panetto della stessa sostanza stupefacente.

I sei giovani si sono dichiarati tutti proprietari dello stupefacente, ma come consumatori e non come spacciatori.

Diverse però le risultanze investigative dei Carabinieri e i sei giovani, di cui quattro già pregiudicati, sono stati arrestati e ristretti in regime degli arresti domiciliari, e questa mattina verranno processati con rito direttissimo ad Ancona, così come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.

Molto particolare anche il “confezionamento” dei due panetti di hashish, pressati e molto sottili, tanto che uno dei due rinvenuti era nascosto all’interno di un cartoncino, utilizzabile come base delle buste da spesa di cartone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.