Semaforo rotto di via Paladini, sarà sostituito con impianto di ultima generazione

JESI – Quello di ieri è il terzo incidente in poche settimane al semaforo all’incrocio tra via San Francesco e via Paladini. Molti i cittadini che si domandano perché ancora non l’impianto non è stato riparato: la risposta arriva dall’assessore ai Lavori pubblici Roberto Renzi: «Quel semaforo rientra nel progetto di abbattimento delle barriere architettoniche che ne prevede la sostituzione con un impianto di ultima generazione, arricchito con un percorso tattile per ciechi e ipovedenti, così da rendere i relativi incroci stradali totalmente privi di ostacoli».
Il progetto, realizzato sulla scorta del Peba, il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche elaborato dal Comune, prevede l’installazione di cinque i semafori intorno gli assi di via San Francesco e Viale Verdi come parte di un primo intervento reso possibile grazie anche ad un contributo del Ministero delle infrastrutture di 30 mila euro a concorrere sulla spesa di 90 mila euro prevista. Il Comune è al momento all’opera per affidare la progettazione dei lavori: «Nel frattempo, stiamo valutando di migliorare la  messa in sicurezza dell’incrocio di via Paladini, via San Francesco e via Jugoslavia in attesa che l’impianto venga sostituito con quello nuovo inserito nel Peba – spiega Renzi -. Questo potrebbe significare rinforzare la segnaletica o, nel caso in cui i tempi andassero per le lunghe, sostenere i costi necessari per cambiare la centralina».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*