Astralmusic

Semina il caos e si scaglia contro gli agenti: fermato con spry urticante

ANCONA – Venerdì sera verso le ore 21.30, le Volanti sono intervenute in Via Cadorna ove veniva segnalata, al 113, la presenza in strada di un soggetto visibilmente ubriaco e con in mano un oggetto contundente, che suonava i campanelli, gridava frasi senza senso e dava i calci al portone d’ingresso di un condominio.

Immediato l’arrivo della Polizia che, in pochi secondi, individuava il soggetto, C.A. anconetano di 27 anni, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine, che era in evidente stato di ebbrezza, il quale alla vista dei poliziotti cominciava ad urlare verso di loro e a minacciarli impugnando il mazzo delle chiavi di casa nel quale era presente una lunga chiave di una porta blindata.

Come da procedura, gli Agenti si avvicinavano al soggetto avvertendolo di interrompere l’azione minacciosa ma costui inveiva ancora di più aggredendo i poliziotti con calci e pugni costringendoli  ad utilizzare lo strumento di difesa personale spray in dotazione all’oleoresin capsicum per poterlo fermare.

Anche una volta immobilizzato l’uomo continuava nell’azione violenta tanto che riusciva a danneggiare anche l’autovettura di servizio.

Vista la gravità dei fatti gli Agenti, che dalla colluttazione riportavano alcune contusioni guaribili in pochi giorni, procedevano all’arresto del soggetto per Violenza, Resistenza e Lesioni personali nei confronti di Pubblici Ufficiali e danneggiamento aggravato.

Ieri mattina il Tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto imponendo all’uomo gli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*