Senigallia e fase 2, consentito l'accesso all'arenile e parchi | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Senigallia e fase 2, consentito l’accesso all’arenile e parchi

SENIGALLIA -Il 4 maggio scatta anche a Senigallia la cosiddetta fase 2 nella strategia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Il nuovo quadro normativo consente gli spostamenti all’interno del territorio comunale e regionale per esigenze lavorative, motivi di salute, necessità, incontro di congiunti. Consentito anche spostandosi all’interno del territorio regionale lo svolgimento di attività motoria ed attività all’aria aperta, anche con bicicletta, con l’obbligo del distanziamento sociale dal quale si può prescindere solo per le persone accompagnate in quanto minori o non autosufficienti. Il nucleo familiare che decida di spostarsi all’interno del territorio regionale per l’attività motoria ed attività all’aria aperta potrà utilizzare l’auto anche senza l’obbligo di rispettare al suo interno il distanziamento dei passeggeri.

Sarà consentito a Senigallia l’accesso all’arenile ed ai parchi e giardini pubblici con l’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale e con il divieto di ogni forma di assembramento. Non sarà consentito l’utilizzo di giochi per bambini né lo svolgimento all’aperto di attività ludica o ricreativa (non sarà consentita quindi l’introduzione di palloni o palle) mentre l’attività sportiva o motoria sarà consentita svolgerla solo individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori e le persone non completamente autosufficienti.

Sarà consentito all’interno del territorio regionale raggiungere le seconde case, per casi di necessità legati all’attività di manutenzione, fatto salvo l’obbligo del rientro la sera presso la propria abitazione. Nell’intero territorio nazionale è obbligatorio l’uso di protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutti i casi in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. I soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre ( superiore a 37,5 C) devono rimanere presso il proprio domicilio e contattare il proprio medico curante.

Il Decreto del Presidente della Giunta Regionale ha elencato altresì tutta una serie di attività consentite a decorrere dal 4 maggio: spostamento in ambito regionale per attività di manutenzione di natanti ed imbarcazioni da diporto, navigazione con unità da diporto con obbligo del rientro in giornata,spostamento nel territorio regionale per svolgimento in forma amatoriale di attività di pesca sportiva e attività subacquee, attività allenamento ed addestramento cavalli e cani, attività di controllo fauna selvatica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.