Shine Pink Floyd Moon incanta Jesi, pioggia di applausi al Pergolesi | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Shine Pink Floyd Moon incanta Jesi, pioggia di applausi al Pergolesi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Foto Binci

JESI – Pioggia di applausi ieri al Pergolesi per Shine Pink Floyd Moon, l’opera rock del regista e coreografo Micha van Hoecke, in una coproduzione tra Daniele Cipriani EntertainmentMenti Associate di Gilda Petronelli e Fondazione Pergolesi Spontini. Uno spettacolo che è come «un grande affresco» ha detto il regista Vano Hoecke che ha unito la straordinarietà musicale dei Pink Floyd al balletto e all’esperienza visiva. Ieri sera, Teatro Pergolesi gremito per l’anteprima assoluta dello spettacolo che anticipa la Stagione Lirica della prossima stagione autunnale.

Sul palco, il live della band italiana Pink Floyd Legend insieme alla Compagnia Daniele Cipriani capace di scivolare sulle note e di incantare il pubblico con movimenti a tratti fluidi e a tratti spezzati che scandiscono il tempo. A far da cornice un gioco di luci, laser e videoproiezioni che trasformano di continuo lo spazio scenico.

Foto Binci

Punto di partenza nella creazione di SHINE Pink Floyd Moon è il celeberrimo brano Shine on You Crazy Diamond in cui i quattro Pink Floyd – al secolo Roger Waters, Nick Mason, Richard Wright e David Gilmour – rendevano omaggio al loro compagno Syd Barrett che si era perso nelle regioni sconosciute della “luna”, intesa come malattia mentale. Sul palco, ad interpretare Syd c’è Denys Ganio, già étoile del Balletto di Marsiglia ed interprete dal famoso Pink Floyd Ballet di Roland Petit, balletto cult che debuttò nel 1973, in piena epoca pop, con la band inglese che suonavano dal vivo. In scena, c’è dunque sempre un filo sottile che lega il passato al presente. Non a caso, Syd/Ganio ha un alter ego giovane e guizzante. «Quella dei Pink Floyd una musica dotata di anima – sono le parole di van Hoecke – brani che, nell’immaginario collettivo, sono legati alla giovinezza interiore di tutti noi».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.