Si allarga l'Unione dei Comuni con l'ingresso definitivo di Rosora | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Si allarga l’Unione dei Comuni con l’ingresso definitivo di Rosora

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

VALLESINA – Rosora è entrato ufficialmente a far parte dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina. Il lungo iter era stato avviato nell’ottobre del 2012 – con la richiesta del Comune di esercitare in forma associata con l’Unione una serie di funzioni fondamentali, come la Polizia municipale e amministrativa locale, la pianificazione di protezione civile e il catasto – e si concluderà entro la fine di questo mese con l’approvazione di un apposito ordine del giorno inserito nel calendario del Consiglio dell’Unione. La seduta che dovrà sancire l’ingresso di Rosora e l’innalzamento a otto delle Amministrazioni che fanno parte dell’organismo sovracomunale, insieme con Maiolati Spontini, Castelbellino, Castelplanio, Monte Roberto, San Paolo di Jesi e Poggio San Marcello, è fissata per martedì 12 maggio alle ore 21.

“Siamo soddisfatti di aver concluso questo percorso – sottolinea il presidente dell’UnioneMirco Brega – che in realtà prosegue nel solco di un progetto che guarda lontano, animato da una visione del territorio lontana da campanilismi, volta al bene comune e impegnata a dare sempre maggiore efficienza alla macchina amministrativa e risposte sempre più adeguate alle istanze dei cittadini. L’ingresso definitivo di Rosora mi auguro possa anche dare un nuovo slancio alle politiche dell’Unione e un’occasione di potenziamento per il nostro organismo”.

Il primo pronunciamento positivo della giunta dell’Unione è avvenuto dopo appena pochi giorni dalla richiesta di adesione da parte del comune di Rosora. I successivi passaggi sono stati il recepimento della delibera da parte della Giunta regionale delle Marche, il recesso del piccolo centro collinare dalla Comunità montana dell’Esino-Frasassi, il via libera, nelle ultime settimane, dei singoli Consigli comunali ed ora, il prossimo 12 maggio, l’approvazione definitiva dell’ordine del giorno da parte del Consiglio dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina.

In questi due anni e mezzo, Rosora ha stipulato con l’Unione delle convenzioni per l’esercizio in forma associata di diversi servizi, come adesempio il trasporto sociale.

La decisione di aderire all’Unione dei Comuni della Media Vallesina è maturata “da quando, in tempi non sospetti – spiega il sindaco di Rosora Lamberto Marchetti –, abbiamo deciso di uscire dalla Comunità montana per aderire all’Unione dei Comuni. Da sempre, infatti, il nostro territorio è attratto e proiettato verso la media Vallesina, non verso Fabriano, dove si trovano tutti i principali servizi di riferimento, a partire da quelli sanitari”. Un percorso, quindi, quello di adesione all’Unione “voluto con fermezza – spiega il sindaco Marchetti – e che finalmente, possiamo dire con soddisfazione, si è ormai realizzato. Una soddisfazione che è anzitutto dei cittadini, che in questi mesi mi chiedevano a che stato fosse l’iter e mi incitavano ad andare avanti su questa strada. Si concretizza, insomma, un percorso percepito e valutato come il più naturale e utile per le aspettative e gli interessi dei nostri cittadini”.

La giunta dell’Unione si allargherà, quindi, a otto componenti e il presidente Brega provvederà ad una ridistribuzione delle deleghe, d’accordo con gli altri sindaci, per garantire la partecipare del primo cittadino di Rosora all’organo di governo dell’Unione.

L’Unione dei Comuni della Media Vallesina occupa un territorio strategico e certamente fra i più interessanti, dal punto di vista sia economico che culturale, della regione Marche: va da Maiolati Spontini a Rosora, da Montecarotto a Monte Roberto, da San Paolo di Jesi a Poggio San Marcello, da Castelplanio a Castelbellino, per una superficie di quasi 80 chilometri quadrati, dove vive una popolazione che supera i 24.000 abitanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.