Si chiude il festival dell'Opera da Camera | Password Magazine
Festival Pergolesi

Si chiude il festival dell'Opera da Camera

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Giunge al termine, la sera del 19 luglio, il Festival dell’Opera da camera di Jesi, promosso dalla Fondazione “Alessandro Lanari” con il sostegno di Comune, Provincia e di vari sponsor privati. Una rassegna rara per caratteristica di proposta e tipologia di stimolo culturale: i luoghi di rappresentazione prescelti non erano infatti teatri, ma i “saloni della musica” dei più bei palazzi antichi di Jesi, riportando in tal modo l’uso dell’epoca di assistere a concerti e spettacoli in ambienti raffinati come i palazzi stessi e in un’atmosfera di assoluta intimità con gli artisti come può avvenire solo in condizioni “di sala”, di “camera”, per l’appunto, affatto diverse da quelle di qualsiasi teatro istituzionale.

Ed è a Palazzo Colocci, il più prestigioso tra i palazzi patrizi della città, che il Festival si chiude venerdì sera: in programma “Il segreto di Susanna” di Ermanno Wolf-Ferrari, interpretata da due artisti di qualità come il soprano Paola Quagliata e il baritono Carlo Morini, per la regia di Gianni Gualdoni. “Il segreto di Susanna”, debuttata a Monaco nel 1909, è l’opera più fortunata di Ermanno Wolf-Ferrari (1876-1948), compositore per lungo tempo colpevolmente dimenticato, sebbene importante nel panorama compositivo italiano del Novecento: ugualmente distaccato dalle avanguardie militanti come da esiti veristi, l’autore ricerca –e trova- una sua nuova moderna e autonoma cifra espressiva. L’opera, tra i suoi pochi titoli ancora raramente rappresentati, è un delicato capolavoro di teatro da camera che erige a modello “La serva padrona” di Pergolesi, ma la cui scrittura di stretta relazione fra testo, musica e gesto teatrale ne fa, secondo il celebre direttore Felix Mottl che ne diresse la prima, «l’opera più wagneriana che io conosca»; rappresentata a Jesi una sola volta, nel corso della Stagione lirica del Teatro “Pergolesi” del 1923. Lo spettacolo, evento di eccezione anche perché appositamente per l’occasione viene aperto al pubblico il piano nobile di Palazzo Colocci altrimenti non visitabile, ha inizio alle ore 21.30; al termine della rappresentazione, nei locali stessi del Palazzo verrà offerta ai presenti una degustazione enogastronomica a cura di “Con gusto”, esercizio commerciale jesino specializzato in vini e cibi di qualità.

Comunicato da: Comune di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.