Si spengono le luci del vecchio ospedale: da venerdì tutto trasferito al Carlo Urbani | | Password Magazine

Si spengono le luci del vecchio ospedale: da venerdì tutto trasferito al Carlo Urbani

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Dalle 8 di venerdì, calerà definitivamente il sipario sulla vecchia struttura ospedaliera di viale della Vittoria. Con l’attivazione nel nuovo Urbani del Pronto Soccorso, tutti i reparti saranno definitivamente trasferiti e l’ospedale di via dei Colli sarà l’unico in città.

Si chiude dunque questa settimana la lunga storia di realizzazione dell’ospedale modello, iniziata nel lontano 1998 e costata 70 milioni di euro pubblici. Nel frattempo, cresce la preoccupazione dei residenti per la sorte della vecchia struttura, a fortissimo rischio di abbandono e degrado. L’Amministrazione comunale, da tempo, caldeggia per  una soluzione definitiva, quella dell’abbattimento, anche se la sensazione è che, probabilmente, si opterà per la messa in sicurezza, con l’installazione di telecamere di videosorveglianza. Questo perché, di fatto, il Comune ha poca voce in capitolo: il vecchio plesso, infatti, è di proprietà dell’Asur ed è servita alla Regione come garanzia per ottenere da Banca Marche un finanziamento di 19 milioni di euro necessario a completare il Carlo Urbani. Dunque, il Comune, non essendone di fatto il proprietario, concretamente potrà fare ben poco, se non sollecitare e coinvolgere l’attenzione delle istituzioni su quello che si profetizza come un serio problema per il centro cittadino.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.