Si torna a scuola a distanza e con la mascherina | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Si torna a scuola a distanza e con la mascherina

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Primo giorno di scuola a Montemarciano

In classe dopo il lockdown, con mascherine e a distanza. Ritorno a scuola per migliaia di studenti oggi in 12 regioni d’Italia.

A Jesi, sono 176 le classi – dalla materne alle scuole secondarie inferiori – per oltre 3.700 alunni a cui si aggiungono altri 4.748 studenti delle 9 scuole secondarie superiori.  «Insieme ai dirigenti degli Istituti comprensivi – che ringrazio sinceramente per la grande collaborazione – siamo intervenuti per consentire a tutti gli edifici scolastici di essere in grado di rispettare le stringenti disposizioni anti Covid – fa sapere il sindaco Massimo Bacci – Emergeranno in questi primi giorni sicuramente delle criticità: a Jesi come in qualsiasi altra parte d’Italia, perché viviamo una situazione assolutamente eccezionale. L’invito è quello di restare uniti, consapevoli dello straordinario ruolo della scuola e persuasi che non servono polemiche, ma collaborazione, senso di responsabilità e condivisione. Fiduciosi che, prima o poi, tutto tornerà come prima».
A Monte Roberto – dove l’Amministrazione comunale ha fronteggiato una vera emergenza scolastica per la vulnerabilità sismica riscontrata nell’edificio della secondaria Giovanni Pascoli –  è stata prevista una nuova ridistribuzione delle aule e il recupero di nuovi spazi per consentire il rientro a Pianello Vallesina di tutti gli studenti dell’istituto comprensivo Gigli: «Abbiamo cercato di fare tutto il possibile per ridurre qualsiasi disagio – fa sapere l’assessore alla Cultura e all’Istruzione Sara Campanile – allestendo le classi nel miglior modo possibile garantendo il rispetto delle linee guida indicate, ma preghiamo tutti di aiutarci con comprensione e responsabilità. Il trasporto scolastico è garantito per tutti coloro che lo hanno richiesto e verrà svolto come negli anni precedenti, ovvero passando per le vie del paese. La mensa della scuola dell’Infanzia sarà, come tutti gli anni, operativa dal 1 ottobre in un unico turno. Per l’impossibilità di garantire il rispetto del distanziamento sociale e la non commistione tra gruppi eterogenei non sarà disponibile il pre-scuola».

Singolare e colorata l’iniziativa dell’Amministrazione comunale di Montemarciano che ha disposto quattro archi di palloncini agli ingressi delle scuole del paese. Un morbido benvenuto per tutti i bambini e ragazzi dell’Istituto comprensivo Montemarciano-Marina che questa mattina hanno fatto ritorno a scuola e, al primo suono della campanella, si sono avviati in maniera ordinata e distanziata, verso le loro aule. I palloncini hanno accolto gli studenti in questo nuovo anno che già inizia con regole nuove e responsabilità maggiori per ciascuno. La dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Montemarciano Marina prof.ssa Angela Iannotta ha redatto un apposito piano di prevenzione e protezione per il contrasto alla diffusione del Covid-19, con regole per studenti, docenti e personale Ata.

Parole infine anche dal presidente della Provincia Luigi Cerioni: «Oggi è un giorno molto importante perché finalmente riaprono le scuole, inizia l’anno scolastico. Un augurio va a tutti gli studenti e le studentesse di tutte le scuole della Provincia di Ancona, ai dirigenti, ai docenti e a tutto il personale ATA per questo anno che sarà sicuramente particolare. Questo avvio di anno scolastico dovrà essere all’insegna della collaborazione di tutti. Sicuramente riusciremo a passare questo momento, ma dovremo essere attenti, accorti con i nostri comportamenti».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.