Solstizio Folk Fest, i suoni e le danze del Sud Italia sbarcano a Castelbellino

CASTELBELLINO – Un week end nel quale sarà impossibile restare fermi e non lasciarsi affascinare e trasportare dai ritmi dei Sud Italia. E’ quanto si terrà da venerdì a domenica prossima presso il parco Le Querce e Piazza Kennedy a Castelbellino Stazione, dove si svolgerà il “Solstizio Folk Fest”, la festa all’insegna della musica popolare del Centro e Sud Italia con cui la Compagnia del Solstizio Mediterraneo celebrerà i suoi primi dieci anni di attività.

Un evento unico nel suo genere nella nostra regione, che porterà nelle Marche quell’atmosfera intensa e appassionata che ogni anno richiama centinaia di migliaia di persone in Salento per La Notte della Taranta, resa possibile dalla collaborazione tra Compagnia del Solstizio Mediterraneo, Pro Loco e Comune di Castelbellino.
Ricco e variegato il programma che vedrà esibirsi alcuni tra i nomi più noti del mondo della pizzica e delle musiche popolari del Meridione e delle Marche, accanto a momenti di approfondimento culturale, laboratori, stage e stand gastronomici che spazieranno anch’essi dalle tipicità delle Marche a quelle di Puglia, Calabria, Basilicata e Abruzzo.
Si parte venerdì 30 alle 19 con l’incontro sul tema “Marche di tamburi: storie, ricerca e costruzione die tamburelli marchigiana” a cura di Danilo Donninelli, seguito dal concerto di arie irlandesi con il duo Francesco Amico e Carlo Celsi, per entrare nel clou della manifestazione alle 21.30 con l’ esibizione dei ballerini della Compagnia del Solstizio Mediterraneo, seguita dal concerto di musica tradizionale marchigiana e balli folk con i Traballo.
Sabato 31 appuntamento dalle 18 con gli stage di tamburo (tenuto da Antonio Amato) e di Pizzica Pizzica (con Cristina Frassanito). Alle 19 incontro sul tema “Salento di ieri e di oggi” con Antonio Amato. Alle 21 concerto di musica tradizionale marchigiana con Lu Trinanà ed alle 22,30 il momento probabilmente più atteso: il concerto di musica tradizionale salentina degli Antonio Amato Ensemble, gruppo di spicco del panorama musicale salentino non a caso tra i protagonisti dell’ultimo concertone de La Notte della Taranta.
Per la domenica in programma alle 18 lezioni di ballo con la Scuola di Pizzica di San Vito a cura di Fabrizio Nigro, alle 19,30 incontro sul tema “Campania di Madonne e santuari” a cura del gruppo Le Capere che alle 21 terrà appunto un concerto di musica tradizionale campana. Ultimo appuntamento del cartellone, alle 22,30, il concerto dei Taricata, gruppo di San Vito dei Normanni che dal 1977 fa conoscere e amare in Italia ed all’estero la musica popolare.
Durante tutta la manifestazione sarà altresì possibile visitare la mostra “Amigdala, emozioni in arte” allestita presso la scuola “Aldo Moro”.
Ingresso libero per tutti gli spettacoli, salvo gli stage per i quali è necessaria la prenotazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*