Sos Imprese. Sgravi e fondi per ripartire dopo l'alluvione | Password Magazine

Sos Imprese. Sgravi e fondi per ripartire dopo l'alluvione

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

ANCONA – Sos Imprese per l’alluvione che nei giorni scorsi ha colpito la provincia di Ancona con particolare riferimento ai territori di Senigallia, Osimo, Chiaravalle e Jesi.

Confcommercio Imprese per l’Italia Provincia di Ancona si è subito attivata per dare risposte concrete alle attività economiche e si è messa a disposizione nella fase di monitoraggio e di verifica dei danni causati richiedendo subito alla Regione Marche la messa a disposizione di nuovi fondi per un finanziamento rivolto al ripristino della sicurezza e della qualità delle strutture ricettive operanti nel territorio.

L’attenzione si è concentrata soprattutto su Senigallia, una delle più prestigiose mete turistiche della nostra regione colpita molto pesantemente dall’eccezionale evento climatico, ma ogni territorio coinvolto è oggetto di soccorso e di sostegno da parte di Confcommercio.

“Da una prima stima – spiega il direttore di Confcommercio Imprese per l’Italia Marche e Provincia di Ancona prof.Massimiliano Polacco impegnato a Roma in un roadshow sull’Europa ma in costante contatto telefonico con i territori colpiti dall’alluvione per seguire l’evolversi della situazione –, abbiamo rilevato che i danni subiti dalle Imprese del comparto del Terziario riguardano soprattutto il deterioramento delle scorte di magazzino con tutto il mobilio, arredi e attrezzature necessarie per lo svolgimento delle attività, ed il ripristino comporterà anche interventi di ristrutturazione edilizia. Confcommercio dunque sollecita le Autorità all’approvazione ed al reperimento di ulteriori risorse destinate al finanziamento di interventi messi a disposizione per tale comparto anche per affrontare le ingenti spese impreviste proprio a ridosso dell’avvio della stagione turistica”.

Confcommercio chiede poi un intervento a livello nazionale per richiedere un pacchetto di agevolazioni rivolto a tutti i territori coinvolti dall’alluvione con queste richieste:

  • Differimento e/o Sospensione Adempimenti e Versamenti Fiscali (imposte e tasse) locali e nazionali
  • Differimento e/o Sospensione Adempimenti Contributivi  (INPS e INAIL) e locali
  • Disapplicazione delle sanzioni previste per ritardi nell’effettuazione degli adempimenti tributari
  • Sospensione e/o Allungamento dei pagamenti rateali e non di iscrizioni debitorie verso Equitalia e/o Agenzia delle Entrate

Tutti gli uffici di Confcommercio Imprese per l’Italia Provincia di Ancona restano a disposizione delle Imprese per ogni ulteriore informazione e forma di assistenza.

 

ANCHE BANCA MARCHE METTE A DISPOSIZIONE UN PLAFOND DI 20  MILIONI DI EURO A FAVORE DI FAMIGLIE E IMPRESE COLPITE DAL MALTEMPO 

Banca Marche mette a disposizione un plafond di 20 milioni di euro a favore delle imprese e famiglie colpite dall’alluvione delle Marche.

Per i privati sono previsti finanziamenti agevolati fino a 30mila euro della durata massima  di 60 mesi per fare fronte alle spese per i danneggiamenti su beni mobili e immobili, anche diversi dalla prima casa. Le imprese potranno invece chiedere finanziamenti a condizioni agevolate fino a 80mila euro della durata massima di 60 mesi.

Le richieste di finanziamento vanno presentate entro il prossimo 15 giugno.
“Tutte le nostre filiali presenti sul territorio colpito dal maltempo sono a disposizione della famiglie e delle imprese per avere informazioni e richiedere i finanziamenti” commenta Luciano Goffi, direttore generale di Banca Marche. “Vogliamo dare un tempestivo sostegno economico a quanti stanno vivendo un momento di difficoltà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.