"Sposiamoci. Bellezza senza barriere" fa il pieno di pubblico | | Password Magazine

“Sposiamoci. Bellezza senza barriere” fa il pieno di pubblico

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Tanta gente ha affollato l’Hotel Federico II per “Sposiamoci – Bellezza Senza Barriere”, primo evento nozze in Italia unito ad una raccolta fondi a favore di progetti per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Semplici curiosi e tante le giovani coppie alla ricerca del particolare per rendere unico il loro giorno speciale. Il defilè  dedicato al matrimonio ha fatto spazio anche alla moda di tutti i giorni: hanno sfilato le più belle creazioni di Femme Abbigliamento, boutique di vicolo San Nicolò, Mr Cucito di Liliana Calia, Ottica Franco Carletti, Happy Day By Floriana Mancinelli. Tantissimi gli sponsor che hanno sposato l’iniziativa unita alla raccolta fondi a favore di progetti per l’abbattimento delle barriere. L’evento, patrocinato dal Comune di Jesi, Confartigianato, Cna e Confcommercio, è stato organizzato dall’agenzia di comunicazione Studio Gamma, in collaborazione con Dream Day, Shock Fashion Agency e Ultrasound Eventi. In passerella  hanno sfilato modelli e modelle normodotati insieme a personaggi che, nonostante la disabilità, sono diventati “modelli” di vita ed esempi di lotta contro le barriere architettoniche e sociali. Madrina dell’evento è stata una raggiante Alessia Polita, applauditissima dal pubblico, accanto al fidanzato Eddi La Marra: “Questa è stata un’occasione per me, per farmi capire che non ho limiti – ha detto Lady Polita – e che anche il giorno del matrimonio è fatto per noi”. L’idea si Sposiamoci è nata proprio nel garage di Alessia, quando ritrovò l’abito da sposa della madre. In passerella anche l’attore Bruno Arena e la moglie Rosy, accompagnati dal figlio Lorenzo, nell’anno del loro 27esimo anniversario di matrimonio e Ivan Cottini, ex modello di Urbania malato di sclerosi multipla. Un problema fisico ha impedito a Manuela Migliaccio di essere presente. Complimenti per la riuscita dell’evento anche da parte del vicesindaco Luca Butini, del presidente del consiglio comunale Daniele Massaccesi  e del consigliere Giancarlo Catani che hanno espresso vicinanza ai marchigiani terremotati, alcuni da San Severino Marche erano presenti in sala. Hanno fatto da cornice all’evento intermezzi musicali, spettacoli e performance di danza. Hanno presentato la serata Selena Abatelli e Chiara Cascio.  Direzione artistica di Valentina Papi. Marketing a cura di Matteo Baleani. Scenografie di Natalia Panfoli, Floreal & Scenography Artist. Durante la serata sono stati raccolti anche i fondi per il Dream Day, l’iniziativa benefica curata che raccoglie fondi a sostegno della disabilità: grazie al Dream Day, la città di Jesi è la prima in Italia a disporre di due parchi giochi con altalena e aree ludiche attrezzate per bambini disabili. Nel 2017, sarà installata una terza altalena, innovativa nel suo genere, che permetterà a bambini disabili e normodotati di dondolarsi insieme.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.