STAFFOLO - Sono Benedetta Tobagi, Silvia Giralucci e Ilaria Moroni le ospiti che parleranno alle scuole della Vallesina sabato prossimo 15 marzo a Staffolo e San Paolo per la III edizione della giornata organizzata dai due Comuni "Per non dimenticare. Ricordi e parole per non perdere il senso della nostra storia". | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Staffolo e San Paolo celebrano l’anniversario di via Fani

STAFFOLO –  Sono Benedetta Tobagi, Silvia Giralucci e Ilaria Moroni le ospiti che parleranno alle scuole della Vallesina sabato prossimo 15 marzo a Staffolo e San Paolo per la III edizione della giornata organizzata dai due Comuni “Per non dimenticare. Ricordi e parole per non perdere il senso della nostra storia”.

Non a caso per questa edizione è stato scelto il titolo “La forza delle donne: storie di impegno e passione per un’Italia Migliore”.

Nelle scorse edizioni la manifestazione aveva visto la presenza di Agnese Moro, Gherardo Colombo, Manlio Milani e Miguel Gotor. Per un modo particolare, rivolto alle nuove generazioni ma non solo, per ricordare la figura del sanpaolese Domenico Ricci, il carabiniere caposcorta di Aldo Moro caduto nell’agguato di via Fani.

Giornalista e scrittrice, Benedetta Tobagi è la figli minore di Walter Tobagi, giornalista del Corriere della Sera assassinato dalla “Brigata XXVIII Maggio” nel 1980. Le sue esperienze e quelle di coloro che hanno condiviso quegli anni sono condensate in due libri di successo: “Come mi batte forte il cuore. Storia di mio padre” e “Una stella incoronata di buio. Storia di una strage impunta”.

Silvia Giralucci è la figlia di Graziano Giralucci, ucciso nel 1974 dalle Brigate Rosse nella sede dell’MSI di Padova. Presidente dell’Associazione “Casa della memoria del Veneto”, nel 2011 ha dato alle stampe il libro “L’inferno sono gli altri”, nel 2012 ha realizzato il lungometraggio “Sfiorando il muro”.

Ilaria Moroni è la coordinatrice della “Rete degli Archivi per non dimenticare” ed è co-autrice del volume “Il sequestro di Verità. I buchi neri del delitto Moro”.

La giornata inizierà alle 9,30 presso il Teatro Cotini di Staffolo con l’incontro pubblico con Tobagi, Moroni e Giralucci. Con la presenza, ovviamente, dei due figli di Domenico Ricci (Giovanni e Paolo) e delle loro famiglie.

Nel pomeriggio alle 15 messa per le vittime del terrorismo, organizzata dall’Arma dei Carabinieri, presso la chiesa di S. Egidio a Staffolo.

Alle 16, a San Paolo di Jesi, visita commemorativa alla tomba dell’Appuntato Domenico Ricci (Medaglia d’Oro al Valor Civile).

Il girono dopo, domenica 16, cadrà infatti l’anniversario della strage di Via Fani, dove nel 1978 le Brigate Rosse rapirono l’On. Moro e trucidarono i componenti della scorta.

“Quest’anno avremo il piacere di ospitare tre donne che con la loro esperienza umana e attività divulgativa sono un esempio di impegno affinché non si perda, soprattutto tra i giovani, il ruolo di maestra della nostra storia  – hanno spiegato i sindaci dei Comuni organizzatori, Sauro Ragni e Sandro Barcaglioni -. Siamo certi che sia nostro dovere impegnarci affinché non si perda il ruolo di maestra della nostra storia collettiva. Invitiamo di cuore tutti i cittadini di ogni età a partecipare a questo appuntamento”.

Numerose le adesioni già arrivate dalle scuole della Vallesina: l’Istituto Comprensivo di Staffolo e Cupramontana, l’Istituto “Gigli” di Monte Roberto, Castelbellino e San Paolo di Jesi, il Tecnico Industriale “Marconi” di Jesi. Mentre altri Istituti si stanno aggiungendo in questi giorni, anche grazie al coinvolgimento del Provveditorato agli Studi.

La manifestazione è resa possibile dal sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana ed ha i patrocini di Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Regione Marche, Provincia di Ancona, Associazione Nazionale Carabinieri e la collaborazione della Sezione di Staffolo e San Paolo dell’Ass. Carabinieri in congedo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.