Stalker dietro la porta, in casa la figlia minorenne della vittima. Attimi di panico a Pianello Vallesina

PIANELLO VALLESINA – Questa notte i carabinieri della Stazione di Moie di Maiolati Spontini e dell’Aliquota Radiomobile di Jesi hanno arrestato M.M., italiano di 42 anni, disoccupato residente a Castelbellino, per il reato di atti persecutori.

Dall’ottobre  2013 l’uomo perseguitava la sua ex compagna, una donna italiana di 44 anni di Monte Roberto, con la quale si era interrotta una relazione sentimentale.

La donna in questi otto mesi aveva già denunciato tre volte M.M. per atti persecutori.

Questa notte, intorno alle ore 01:00, la donna ha chiesto aiuto al 112 in quanto M.M. stava insistentemente citofonando alla sua abitazione mentre lei non era in casa e all’interno dell’appartamento vi era solo la figlia minorenne. Giunti sul posto i militari trovavano l’uomo all’interno del condominio, cui probabilmente aveva avuto accesso grazie al rientro in casa di altri condomini. Dopo aver ripetutamente suonato alla porta di ingresso dell’appartamento si era nascosto al piano superiore dell’abitazione, attendendo il rientro in casa della ex compagna.

L’uomo, in evidente stato di ebbrezza alcolica, è stato arrestato in flagranza per atti persecutori  e questa mattina sarà processato con rito direttissimo presso la Procura di Ancona.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*