Statuto e biodigestore tutto nel Consiglio del 25 luglio, le opposizioni protestano

JESI – Sarà un caldo Consiglio comunale quello fissato per giovedì prossimo. Non tanto per il giorno di convocazione – 25 luglio – quanto per i temi che saranno affrontati. In aula infatti, saranno discussi due argomenti importanti, il biodigestore e la modifica allo statuto comunale. Il Consiglio comunale impegnerà i consiglieri sia il mattino che il pomeriggio.

La scelta di affrontare due dei temi così importanti in piena estate non ha lasciato indifferente le forze di opposizione  – il Partito Democratico, Jesi in Comune – Laboratorio Sinistra, Insieme Civico, Movimento 5 Stelle e Forza Italia – che per lunedì hanno indetto una conferenza stampa per chiedere il rinvio della pratica dello Statuto comunale.

«Il presidente del consiglio comunale Daniele Massaccesi ha deliberatamente pensato di organizzare il confronto sullo Statuto e il consiglio aperto sul biodigestore: due questioni troppo importanti per la città da essere discusse in maniera frettolosa e a ridosso delle vacanze estive – dicono – Le opposizioni chiedono il rinvio della pratica dello Statuto, affinché vi sia un più ampio e ricco dibattito pubblico sulla questione del biodigestore soprattutto nel rispetto dei cittadini e delle cittadine che vorrebbero intervenire».

Il presidente del Consiglio comunale Daniele Massaccesi non è rimasto indifferente all’iniziativa: «Ho convocato per il 25 luglio il Consiglio Comunale per trattare alcune importanti questioni: nel pomeriggio, alle ore 18.30, si terrà l’adunanza aperta del Consiglio Comunale per esaminare e discutere, con i cittadini e le associazioni, la possibile realizzazione a Jesi di un “biodigestore”. Mi accingo a convocare anche un altro Consiglio per il 31 luglio per trattare, fra l’altro, un documento su cui il Consiglio Comunale si possa esprimere relativamente a detto insediamento. Apprezzabile il lavoro, anche in questo periodo estivo, degli uffici comunali – tutti – su alcune importanti e delicate questioni, con scadenze ed impegni da rispettare. Apprezzabile pure il lavoro, nello stesso periodo, di Sindaco, Assessori e Dirigenti – tutti – nel far fronte ad importanti e delicate questioni che riguardano la Città, con una sovrapposizione di scadenze ed impegni che richiedono grande energia. Analogo lavoro ed impegno, certamente da apprezzare, e che saranno sicuramente profusi, mi attendo dai Consiglieri Comunali – tutti -, chiamati nello stesso periodo estivo ad affrontare importanti e delicate questioni, fra cui lo Statuto, il già indicato possibile insediamento a Jesi di un biodigestore ed alcune pratiche di bilancio: sono certo di poter contare sulla loro collaborazione e di non trovare ostacoli a questa ennesima dimostrazione di capacità, di responsabilità e di impegno».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*