Stazione colorata con il murales "Occhio d'Angelo" | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Stazione colorata con il murales "Occhio d'Angelo"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – È stato presentato alla stampa il grande murales, in via di completamento, che decorerà l’atrio della stazione ferroviaria di Jesi. L’operazione artistica si inserisce all’interno del progetto “A.A.A. Eroi in città” ed è ispirata alla figura di Angelo Angelucci, l’architetto umbro che nella metà del 1800 si trovò coinvolto in diversi interventi architettonici che definirono l’identità della città di Jesi: il restauro della Chiesa di San Marco, la progettazione del tempietto della Misericordia, la ristrutturazione di Palazzo Pianetti e la consulenza tecnica sulla questione del passaggio dell’asse ferroviario a Jesi e in Vallesina, consulenza che si rivelò determinante per dotare la nostra città del collegamento con Roma su strada ferrata.

Il grande murales sulle pareti dell’atrio della stazione di Jesi, firmato dall’artista Allegra Corbo, ripercorre e cita esteticamente gli affreschi della Chiesa di San Marco e quelli dell’appartamento ottocentesco di Palazzo Pianetti, riutilizzandone geometrie e colori, visioni e strutture spaziali in una formula essenziale di ordine e caos.

Le architetture fredde e taglienti dell’edificio della stazione accolgono il pittoricismo mitologico di quegli affreschi nell’elaborazione della Corbo, come un condensato di simboli e cromie che si trasformano in questo percorso spazio-temporale dall’architetto Angelucci all’artista Corbo in un’opera pubblica per la città di Jesi e i viaggiatori di passaggio.

I colori blu, oro, rosso, azzurro sono quelli antichi di Palazzo Pianetti e della chiesa di San Marco.
“Occhio di Angelo”, questo il nome dell’opera, racconta la visione consapevole e lungimirante di chi ricerca, studia e progetta pur mantenendo quell’impulso vivace, vibrante e quella spinta dell’arte che disegna sogni e misteri.

Il murales è stato realizzato con pitture offerte gratuitamente dalla ditta Caparol e carte da collage e sarà inaugurato ufficialmente sabato prossimo, esattamente alle 18,34, l’orario di arrivo del treno da Roma, in omaggio al prezioso contributo di Angelucci che rese possibile il passaggio della ferrovia nella nostra città nel 1866.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.