Straordinaria partecipazione alla Festa della Liberazione | Password Magazine

Straordinaria partecipazione alla Festa della Liberazione

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Piazza della Repubblica gremita per lo spettacolare concerto della Fanfara dei Bersaglieri che ha chiuso domenica sera le celebrazioni per i 70 anni della Liberazione di Jesi. Prima di loro era toccato alla corale “Brunella Maggiori” salire sul palco per intonare cori alpini, in ricordo dei soldati del battaglione Piemonte che entrarono nella Jesi liberata la mattina del 20 luglio 1944.

Emozionante la lettera, affidata alla voce di Barbara Traversi, scritta dalla jesina Fernanda Traluci che, allora sedicenne, fu tra le prime a vedere l’arrivo di quei soldati che significava per la città la fine di un incubo. E di emozioni se ne sono vissute anche ai giardini degli Orti Paci quando, davanti al monumento ai bersaglieri, ha preso la parola Corrado Fiorini, superstite della battaglia di Montegranale, che con straordinaria lucidità ha ricordato quello scontro che di fatto obbligò i nazi-fascisti alla fuga dalla città. Tanti cittadini anche in questa occasione, a confermare l’attaccamento ai valori di libertà, democrazia e solidarietà. Se ne è fatto interprete il sindaco Massimo Bacci che, nel saluto ufficiale, dove ha ricordato il contributo dato da tutti per la Liberazione – a cominciare dai partigiani – ha invitato a prendere l’esempio di questi uomini e soprattutto il loro senso del dovere, la loro rettitudine, la loro onestà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.