Strappava gli specchietti dalle auto in sosta, fermato dai Carabinieri

JESI – Si intensifica la collaborazione tra cittadini e Arma dei Carabinieri.
A Jesi, proprio grazie all’alto senso civico di un solerte cittadino, i militari del Nucleo Radiomobile sono riusciti ad individuare e a cogliere in flagranza un soggetto, sulle cui tracce erano già da tempo, intento a danneggiare numerose autovetture in sosta.
E’ accaduto nella tarda serata di ieri, quando un cittadino, preoccupato della presenza di un individuo strano nelle vicinanze del multisala, ha chiamato il 112.
L’equipaggio, recatosi immediatamente sul posto, ha individuato un soggetto (M.J. di anni 45 romeno senza fissa dimora) con un grosso borsone che, alla vista dei militari, tentava di disfarsene.
Verificato il suo contenuto, i carabinieri scoprono che all’interno erano contenuti numerosi specchietti retrovisori strappati da numerose autovetture in sosta.
Nell’ambito degli accertamenti, i militari scoprono che almeno a 10 autovetture in sosta erano stati praticati dei danneggiamenti, ragion per cui il romeno, peraltro apparso palesemente disorientato, è stato condotto in caserma per gli ulteriori accertamenti.
Visto il suo stato di salute, è stata fatta intervenire un’ambulanza del 118 che lo ha condotto in ospedale per una valutazione psico-fisica.
Lo psichiatra competente, dopo averlo visitato, lo ha giudicato meritevole di un trattamento sanitario.
Allo stato, tuttavia, sono in corso accertamenti per verificare l’eventuale sua responsabilità nei numerosi danneggiamenti praticati su auto in sosta nel centro cittadino. Appare verosimile che il romeno possa essere il responsabile di tali danneggiamenti.
Si rivolge un appello affinché chi avesse subito danneggiamenti simili e più in particolare chi li avesse subiti ieri sera nei pressi del multisala proponga denuncia presso la più vicina stazione carabinieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*