Street Boulder in centro: domani gara di arrampicata sulle mura | Password Magazine

Street Boulder in centro: domani gara di arrampicata sulle mura

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Street Boulder solidale in pieno centro. Domani esperti dell’arrampicata libera, armati di spazzolina, magnesite e  scarpette scaleranno muri, colonne, archi e tutto ciò che è arrampicabile nel centro storico della città.

Il progetto, organizzato dall’ Ackapawa Sport Club Jesi e dalla palestra “Cubo”, in collaborazione con il CUS di Camerino e “Terre in Moto”, rete di solidarietà attiva nata dopo il sisma, sarà il primo evento di Street Boulder a Jesi, il cui ricavato sarà devoluto a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto.

Verranno istituiti 22 blocchi, come il numero degli sponsor dell’evento, che saranno dislocati all’interno del centro storico: il Palazzo della Signoria, le mura interne delle Carcerette e i palazzi di Via Fortino sono alcuni degli edifici menzionati dagli organizzatori che saranno “scalati”.

La specialità che si pratica è il bouldering (boulder), ovvero un’arrampicata senza corda, che arriva ad un’altezza massima di circa quattro metri: l’altezza limitata, le cadute attutite dai crash pad (materassi studiati appositamente per la disciplina) e il controllo dei paratori, garantisce la sicurezza dell’atleta durante il contest.

“Jesi Street Boulder” non è una gara ufficiale ed è aperta a tutti gli arrampicatori (di qualsiasi livello) che risultino maggiorenni alla data di iscrizione all’evento. Le iscrizioni avranno luogo alle ore 15 presso l’Infopoint in Piazza dell’Indipendenza (Jesi) per poi iniziare alle 16 con il contest vero e proprio. Ad ogni concorrente verrà rilasciata la mappa del percorso di gara con l’elenco e la posizione dei problemi, informazioni sui medesimi ed una tabella dove certificare i blocchi chiusi. Ogni arrampicatore avrà al massimo tre tentativi per chiudere ciascun blocco: al minor numero di tentativi corrisponderà un punteggio maggiore. La competizione si concluderà alle 19 e alle 20 si darà il via alle finali, dove avranno accesso i “climbers” che avranno ottenuto un maggior punteggio nella fase di qualificazione.

È inoltre prevista una quota di iscrizione di € 15,00 che sarà completamente investita nell’acquisto di attrezzature sportive da sostituire a quelle appartenenti al CUS di Camerino, rimaste danneggiate dopo il sisma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.