Studenti di Pianello a Moie, scintille tra gli ex sindaci di Maiolati e Comune di Castelbellino

VALLESINA – Trasferimento degli alunni della scuola Pascoli di Pianello a Moie, botta e risposta tra gli ex sindaci di Maiolati Spontini e il Comune di Castelbellino.

«Premesso che siamo favorevoli, sulla base di un accordo chiaro, realistico e condiviso, ad ospitare gli alunni dei Comuni di Castelbellino, Monte Roberto e San Paolo di Jesi nella nuova struttura di Moie appena inaugurata, formuliamo delle considerazioni a margine di tutta la vicenda, che ancora non ha connotazioni chiare e definite – scrivono Umberto Domizioli e Giancarlo Carbini – Tutto tace sul fronte del Comune di Castelbellino e soprattutto da parte del Sindaco Cesaroni Andrea, lo stesso Sindaco che nel corso dell’Assemblea sull’ampliamento della discarica del 15 Maggio 2016 a Moie ha definito “ingordi” gli amministratori del Comune di Maiolati Spontini perché ipotizzavano di utilizzare i proventi del suddetto ampliamento per il completamento della nuova scuola, progettata fin dall’inizio secondo i nuovi criteri di sicurezza sismica, anche se allora non erano ancora entrati in vigore». Ora, sostengono i due ex primi cittadini del Comune maiolatese:

«lo stesso Sindaco firma la richiesta a Maiolati Spontini  di accoglienza nel nuovo Polo Scolastico di Moie».

«E non ci si nasconda dietro la foglia di fico – insistono – dicendo che l’edificio in questione è del Comune di Monte Roberto, perchè dal 17/12/2017 la funzione “Edilizia scolastica (per la parte non attribuita alle province), organizzazione e gestione dei servizi scolastici”  (e quindi anche l’edificio suddetto) è stata attribuita alla nuova Unione dei Comuni di Castelbellino e Monte Roberto di cui, guarda caso, il presidente è lo stesso Cesaroni, che non ha nemmeno trovato strano che la verifica della compatibilità sismica, richiesta dalla sua Unione dei Comuni nel dicembre 2018 è stata consegnata il 31 luglio 2019 e trasmessa al Comune di Maiolati Spontini il 14 agosto 2019, dopo oltre sette mesi! Il Sindaco-Presidente Cesaroni dovrebbe spiegare se non ritiene eccessivo tale tempo o se, nel frattempo, erano state fatte anticipazioni sull’esito della verifica che non sono state prese nella dovuta considerazione forse per non disturbare la campagna elettorale … ma che avrebbero consentito di affrontare il problema in maniera diversa, e, soprattutto».

Non tarda ad arrivare la risposta dell’Amministrazione comunale di Castelbellino:

«Secondo Carbini e Domizioli, il sindaco di Castelbellino avrebbe dovuto occuparsi  delle caratteristiche degli edifici dove vanno a scuola gli alunni residenti nel proprio territorio anche se le strutture sorgono in altri comuni – si legge nella replica di Uniti per Castelbellino –  Tra l’altro in passato alcuni studenti residenti a Moie hanno frequentato la scuola elementare e l’asilo nido Tingolo di Stazione ma  non ci risulta che l’amministrazione comunale di Maiolati Spontini  abbia chiesto nessun tipo di assicurazione circa l’affidabilità  strutturale degli edifici».

Per quanto riguarda le implicazioni sulla vicenda attribuite all’Unione dei Comuni di Castelbellino e Monte Roberto e all’allora  presidente pro-tempore «le cose sono andate nell’esatto contrario di quanto affermato dai due ex Sindaci – sostiene ancora il gruppo di maggioranza – E’ infatti con l’acquisizione  della funzione “Edilizia Scolastica” da parte dell’Unione dei Comuni a inizio anno 2018, che, accertata la mancanza della relazione sulla  vulnerabilità sismica della scuola media statale di Monte Roberto di cui al D.M. 14/01/2008 e alla C.M. 02/02/2009 n. 676, si avvia la
procedura di appalto della specifica indagine, che viene concessa allo studio Francesco Antonio Pieretti di Jesi nel mese di dicembre 2018. Il suddetto studio ha poi chiesto ed ottenuto una proroga fino al 31 luglio 2019 (le elezioni comunali si sono tenute il 26 maggio 2019)  per effettuare un saggio su un plinto di fondazione ed alcuni  ulteriori controlli da realizzare ad edificio vuoto, al termine dei  quali è stata consegnata all’Unione dei Comuni di Castelbellino e  Monte Roberto l’indagine finale, che ha rilevato la necessità di  intervenire sulla struttura dell’edificio».

Il sindaco di Castelbellino Andrea Cesaroni

Ringraziando l’attuale sindaco di Maiolati Spontini Tiziano Consoli per la concessione della nuova ala del Polo scolastico di Moie agli studenti di Pianello Vallesina, aggiungono: «Evidentemente la definizione di “ingordi”
rivolta a suo tempo agli amministratori di Maiolati Spontini aveva  colto nel segno se ancora oggi viene riesumata. Il nervo scoperto fa sempre male». E infine: «Vogliamo ancora una volta rassicurare tutti i nostri concittadini circa l’affidabilità strutturale delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio di Castelbellino, che hanno  acquisito a suo tempo tutte le certificazioni di sicurezza, ivi compresa quella sismica».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*