Sventati tre tentativi di furto e rinvenuti arnesi da scasso, è caccia ai ladri acrobati


JESI – Sono ben tre i tentativi di furto messi in atto dai ladri nella giornata di ieri, tra le 17.00 e le 20.00. Grazie al tempestivo intervento delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimini e la segnalazione di alcuni cittadini, i ladri non sono riusciti nei loro loschi intenti.

Il primo tentativo è avvenuto in via Lapis, nei pressi di via Erbarella: approfittando dell’assenza in casa dei proprietari, usciti a fare la spesa, uno dei due ladri – secondo quanto dichiarato dal dirigente del Commissariato Antonio Massara – si sarebbe arrampicato lungo le grondaie, con abilità acrobatiche, per poi introdursi dalla finestra di un appartamento del secondo piano, lasciata aperta. Infine, avrebbe fatto entrare dalla porta il complice che nascondeva il materiale da scasso nello zaino. A tradirli, il rumore del frullino da cantiere utilizzato per aprire una cassaforte, un rumore fastidioso che ha insospettito la vicina del primo piano la quale si è rivolta al 113. Arrivate le pattuglie, i due sono fuggiti. Un’ora e mezza dopo, però, arriva una seconda segnalazione da via I Maggio: anche qui, però i ladri riescono a scappare, abbondando lungo la scalinata del condominio il pesante zaino contenente gli arnesi: un frullino da cantiere, due piedi di porco e due dischi per tagliare acciaio e altri metalli. Scatta un inseguimento a piedi nel Parco del Ventaglio ma i due ladri, approfittando del buio, fanno perdere le loro tracce.

Abbandonano anche una Audi A4, risultata rubata a Pesaro la settimana scorsa e che, rinvenuta dal Nucleo operativo dei Carabinieri, è stata sottoposta a rilievi scientifici a cura del personale specializzato.

Un terzo allarme scatta in viale Verdi: stavolta a chiamare il 113 è una signora di 50 anni che, avendo notato due individui dall’atteggiamento sospetto, si è rivolta alle forze dell’ordine. Senza rubare nulla, sono però riusciti a scappare, ma le ricerche non si fermano. Secondo le testimonianze raccolte e rifertite al Commissariato, si cercano due individui, d’età compresa tra i 25 e i 30. Capelli corti, scuri. Uno dei due è alto circa 1,70 ed ha una costituzione esile. L’altro è leggermente più alto e più robusto. Entrambi indossano una tuta sportiva scura, uno ha delle strisce argentate sui pantaloni.

Intanto, dal Commissariato fanno sapere che sarà attivo anche la prossima settimana il servizio del Reparto Prevenzione Crimine, costituito da 6 pattuglie e 18 agenti provenienti da Perugia, giunte in soccorso ai colleghi jesini grazie al Questore Oreste Capocasa, e che pattuglieranno anche nei prossimi giorni le zone più sensibili della città.

 

Chiara Cascio | chiaracascio@leggopassword.it

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*