Taglio del nastro per "Noi Insieme", area esterna di Oncologia nata grazie a IOM | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Taglio del nastro per “Noi Insieme”, area esterna di Oncologia nata grazie a IOM

JESI – È stata inaugurata questa mattina all’ospedale ciitadino l’area esterna di Oncologia “Noi Insieme”, realizzata e arredata da Iom Jesi e Vallesina grazie ai proventi della taverna allestita per il Palio di San Floriano e il lavoro del Comitato Eventi.

Si tratta di uno spazio che nasce dal desiderio di fornire a pazienti e familiari la possibilità di utilizzare, durante il periodo estivo, l’area terrazzata esterna al reparto anche solo per leggere un giornale o sorseggiare un caffè o comunque rendere meno pesante la permanenza in reparto.

Gli arredi sono stati gentilmente donati dallo IOM di Jesi che, come sempre, si è reso disponibile ad aiutare chi ne ha bisogno.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte insieme alla presidente di Iom Anna Maria Quaglieri, il sindaco Massimo Bacci insieme all’assessore ai servizi sociali e sanitari Maria Luisa Quaglieri, il consigliere regionale Enzo Giancarli, il vescovo Don Gerardo, direttore Medico PO Jesi Dr.ssa Virginia Fedele e il dirigente responsabile dell’UO dott. Nicola Battelli.

Dopo la benedizione del Vescovo, i ringraziamenti del sindaco Bacci a Iom per aver realizzato, dopo la saletta di attesa, questo ulteriore servizio per i malati e per i loro familiari. Parole di gratitudine anche dalla dott.ssa Fedele che ha parlato di una maggiore “umanizzazione dei reparti e dei servizi ospedalieri”, idea condivisa dal dirigente dott. Battelli che ha sottolineato come “Noi insieme” sia il nome più appropriato per riferirsi a questo piccolo angolo esterno reso possibile dal lavoro di squadra.

“Uno spazio che celebra i valori della solidarietà e che mette al centro la persona nel momento del bisogno – commenta Enzo Giancali – Ulteriore conferma del buon lavoro di Iom e sempre maggiore consapevolezza della Regione del ruolo acquisito dal Carlo Urbani nell’Area Vasta 2”.

Una terrazza, allestita con tavoli e sedie colorate, può donare attenzione e conforto al paziente in un momento difficile della sua vita: così Anna Maria Quaglieri chiude il giro degli interventi ricordando come un piccolo gesto può fare la differenza. “L’attenzione va rivolta anche a chi lavora in questo reparto – ha detto – Per questo Iom con attenzione ascolta e tenta di offrire aiuto anche al personale che ogni giorno affronta giornate difficili in corsia. Piccoli accorgimenti possono contribuire a  migliorare la qualità del servizio e gratificare chi ci lavora”.

 

A cura di Chiara Cascio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.