Matt Cancelleria
Vai al Sito

Tarek Abbassi, ritrovato a Chiaravalle il tunisino scappato con una minorenne

CHIARAVALLE –  Si sono concluse nella tarda serata di ieri le ricerche del tunisino di 21 anni Tarek Abbassi, in Italia senza fissa dimora, pluripregiudicato per reati contro la persona, furto, rapina, ricettazione, minacce, reati contro la persona ed in materia di stupefacenti, complice delle ripetute fuoriuscite dal proprio contesto familiare della minore di Vicenza (2001), lì residente, a causa della relazione sentimentale, fermamente osteggiata dai genitori. A tali allontanamenti, peraltro, sono sempre seguiti rientri nell’abitazione di famiglia, a volte per scelta autonoma della minore, altre volte quale conseguenza del rintraccio della giovane ad opera di personale della Polizia di Stato. Così, a far data dal marzo 2018, si sono susseguite continue denunce di scomparsa poi puntualmente revocate.

Nel giugno di quest’anno, a causa dell’ennesimo allontanamento della minore, i genitori hanno presentato l’ennesima denuncia nei confronti dell’Abbassi; veniva quindi instaurato un procedimento penale presso la Procura della Repubblica di Vicenza a carico del tunisino per il reato di sottrazione consensuale di minorenne ex art. 573 c.p.
Lo scorso 21 agosto, è stato adottato un provvedimento di espulsione amministrativa a carico dell’Abbassi eseguito con il suo accompagnamento al C.P.R. “Brunelleschi” di Torino. Da qui, il giorno successivo, lo straniero veniva imbarcato su un volo aereo per la Tunisia ma, a causa di un guasto tecnico, il velivolo non è potuto partire. Il disguido ha comportato una nuova associazione dello straniero al C.P.R. di Torino dal quale, infine, l’Abbassi è stato congedato il 13/09/2018 con notifica di ulteriore espulsione amministrativa accompagnata da ordine del Questore ad abbandonare il territorio dello Stato entro 7 giorni. L’Abbassi non ha ottemperato a tale intimazione permanendo sul territorio dello Stato. A seguito di tali fatti, mentre il tunisino si è reso di fatto irreperibile, la giovane fidanzata ha più volte abbandonato l’abitazione familiare per poi ripresentarsi in casa fino al 24/10/2018, data dalla quale la giovane ha fatto perdere le tracce di sé fino al 15/11/2018, allorquando ha fatto rientro spontaneamente da Ancona dove era scappata insieme ad Abbassi, rientrando da sola nell’abitazione dei propri genitori a Vicenza.
Del caso si è occupata la trasmissione di “Raitre” “Chi l’ha visto?” che ha mandato in onda spezzoni di telefonate tra l’Abbassi e la madre della minore nel corso dei quali il primo si esprime in maniera inquietante nei confronti della donna.
La Polizia di Stato Sotto ha avviato attività d’indagine, anche di carattere tecnico, finalizzate al rintraccio del tunisino e, inizialmente, anche della minore
Con il supporto del Servizio Centrale Operativo di Roma, personale di questa Squadra Mobile e della Squadra Mobile di Vicenza, Abbassi è stato localizzato ieri a Chiaravalle, in via Marconi, all’interno di un appartamento ove aveva trovato temporanea sistemazione. Pertanto, nel tardo pomeriggio di ieri, i poliziotti delle Squadre Mobili di Ancona e Vicenza, anche grazie all’ausilio di 2 unità dell’U.O.P.I. (Unitá Operativa di Pronto Intervento) rispettivamente della Questure di Ancona e Perugia e della Polizia Scientifica, è stata predisposta un’irruzione nell’immobile conclusasi con il rintraccio del tunisino che veniva trovato chiuso all’interno di un armadio.
Appena preso, i poliziotti lo hanno tradotto nella Questura di Ancona e posto a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per l’avvio delle procedure di espulsione amministrativa dal territorio dello Stato.
Nelle prime ore della mattinata odierna, personale della Squadra Mobile di Ancona ha provveduto ad accompagnare Abbassi presso il C.P.R. di Potenza, nelle more di essere imbarcato su un volo aereo per la Tunisia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*