Teatro Pergolesi, consegnata la Costituzione ai maggiorenni jesini | Password Magazine
Festival Pergolesi

Teatro Pergolesi, consegnata la Costituzione ai maggiorenni jesini

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

img_5297.jpg

JESI- Oltre un centinaio i diciottenni jesini che oggi, venerdì 19 Giugno, hanno presenziato il Teatro Pergolesi, in occasione della tradizionale consegna della Costituzione da parte del Sindaco Massimo Bacci.

Una celebrazione che doveva già svolgersi lo scorso 2 Giugno– Festa della Repubblica, posticipato ad oggi  per le vicissitudini dovute alla pandemia in corso, e che quindi ha visto lo svolgersi di eventi con personale presente ridotto all’osso.

L’Amministrazione comunale ha ritenuto importante recuperare l’iniziativa, pur con il distanziamento sociale che le nuove norme richiedono: l’accesso al Teatro è stato contingentato, previa prenotazione telefonica o online, e con il controllo della temperatura attraverso i termoscanner.

Dopo l’inno nazionale, è stato quindi osservato un minuto di silenzio per tutte le vittime di Covid19, come richiesto dal Vice Sindaco Luca Butini.

“Proprio questo periodo storico, si può apprezzare ancora di più l’aspetto di libertà: i nostri nonni e bisnonni ci hanno permesso di vivere in libertà, sulla base di diritti e doveri. Questi sono poi stati  trascritti nella Costituzione: dovrebbe essere il riferimento di vita per tutti noi, poiché solo se ne conosciamo i contenuti,potremo vivere la vita in maniera costruttiva”- Sono queste le parole con le quali il Sindaco Massimo Bacci si è rivolto al giovane pubblico.

img_5284-1.jpg img_5288-1.jpg

Ospite e destinataria della consegna della Costituzione é stata anche Virginia Barchiesi, recentemente insignita del titolo di Alfiere della Repubblica eletta dal Capo dello Stato Sergio Mattarella, la quale ha spronato i suoi coetanei ad  una presa di coscienza all’interno della propria comunità, con queste parole: “La cittadinanza attiva é un modo di guardare il mondo, di chiedersi il perché e di cercare possibili soluzioni, di costruire ponti, articolando le proprie idee ed esprimendo le proprie opinioni. Nella mia esperienza vi dico che, i Cavalieri eletti da Mattarella non sono maggiorenni, quindi non possono votare, ma rappresentano un esempio di cittadinanza attiva.Impegniamoci in prima persona nella vita della nostra comunità. Non siamo cittadini  del domani, siamo cittadini anche oggi, facciamoci sentire.”

La parola è poi passata a Bruno Dottori, Presidente di Avis Jesi, il quale ha posto il focus sull’importanza di raggiungere l’età in cui si acquisiscono non solo più diritti, ma anche più doveri: “Di fronte ai diritti civili, vi invitiamo ad un dovere morale: quello della donazione di sangue, di plasma, di organi. Vi troverete a rinnovare le vostre Carte d’Identità, e in quella sede vi verrà posta una domanda importante: la vostra volontà di donare gli organi. Questo é il primo passo verso la vostra cittadinanza attiva, oltre al fatto che potrete votare.

Soprattutto in questi tempi, fatevi questo grande dono e diventate cittadini attivi anche in questo senso. Una donazione può cambiare la vita: stiamo assistendo in questo periodo ad episodi di incredibile solidarietà, come nel caso della donazione di plasma iperimmune, che ha salvato molte vite. L’allenatore di calcio Sinisa Mihajlovic é la testimonianza di come una donazione, nel suo caso di midollo, possa cambiare la vita.”

IMG_5294 IMG_5292

La celebrazione si è poi conclusa con la lettura da parte del Vice Sindaco Butini, delle parole di Piero Calamandrei, che recitano: “Dovunque é morto un italiano per la dignità e la libertà, andate lí, giovani.”

La consuetudine della stretta di mano ad ogni maggiorenne non si è però potuta effettuare: rispettando le regole anti- Covid, il sindaco Bacci ha consegnato una sola copia della Costituzione ad Agnese, pescata tra il pubblico e  rappresentante di tutti i ragazzi presenti in sala.

 

A cura di Giovanna Borrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.