Tenta di scappare indossando capi rubati, Carabinieri lo arrestano

JESI – Nel pomeriggio del primo luglio durante un servizio mirato per la prevenzione ed il contrasto ai reati contro il patrimonio un equipaggio del dipendente Nucleo Radiomobile composto dal Brigadiere Gilberto MARCANTOGNINI e dall’ Appuntato Scelto Salvatore PIZZARDI , ha tratto in arresto un soggetto italiano(R.L. di anni 37) senza fissa dimora originario di Macerata.

Tutto è accaduto a Jesi, quando alcuni impiegati dell’ “IperSimply” sito in via Rettaroli, 9 hanno contattato la locale centrale operativa dei Carabinieri per segnalare un uomo che aveva pocanzi asportato diversi capi d’abbigliamento per un valore complessivo di circa 100 euro, forzandone i dispositivi antitaccheggio. Immediatamente una pattuglia del Nucleo Radiomobile giunta sul posto, dopo aver ricevuto una breve descrizione del soggetto, ha iniziato le ricerche in tutta la zona circostante riuscendo in breve tempo a individuare il soggetto che aveva appena perpetrato il furto.
Fermato proprio mentre cercava di indossare la refurtiva per poi guadagnarsi agevolmente la fuga lo stesso è stato trovato in possesso anche di una chiave appartenente ad una Fiat Punto parcheggiata poco distante che dopo approfonditi controlli risultava essere stata rubata il giorno prima a Chiaravalle.
I militari dunque hanno portato in caserma il soggetto, già noto alle forze dell’ ordine, dove dopo ulteriori accertamenti lo hanno dichiarato in stato di arresto per il reato di furto aggravato in attesa della celebrazione del rito direttissimo, così come disposto dal PM di turno, e contestualmente lo hanno denunciato per il reato di ricettazione essendo stato trovato in possesso dell’autovettura rubata che successivamente è stata restituita ai legittimi proprietari così come i capi di abbigliamento rubati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*