Tenta il suicidio gettandosi sulle rotaie, il treno le trancia un braccio

MONTE SAN VITO – Questo pomeriggio, intorno alle 17.00, una donna avrebbe tentato il suicidio avvicinandosi ad un treno in corsa che, alla fine, le avrebbe tranciato un braccio.

È successo lungo i binari della linea ferroviaria in via Ponte Felice, zona Borghetto di Monte San Vito, nel tratto compreso tra le stazioni di Jesi e Chiaravalle. Lei, una 30enne residente nell’anconetano ma di origine polacca. Il treno, il  21685 che da Ancona va a Fabriano, a bordo del quale viaggiavano una sessantina di passeggeri. Non è chiara ancora la dinamica dell’accaduto: certo è che la donna è rimasta seriamente ferita ad un braccio. A dare l’allarme è stato un un passante che ha allertato i soccorsi: sul posto, l’eliambulanza poi i vigili del fuoco di Ancona e un’altra ambulanza.

La donna è stata portata d’urgenza al Pronto Soccorso dell’ospedale regionale di Torrette. Ha riportato lesioni al braccio sinistro e alla gamba. Attualmente è in prognosi riservata. Non sarebbe in pericolo di vita. Sul posto anche i Carabinieri della stazione di Monte San Vito e la Polizia Ferroviaria di Ancona per cercare di capire l’esatta dinamica dei fatti.

Secondo prime analisi, la donna soffrirebbe di disturbi mentali e avrebbe già in passato tentato il suicidio.

Due treni hanno riportato ritardi fra 40 a 50 minuti e due sono stati soppressi.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*