Tentano furto al Bar "Shamonik", arrestati in flagrante tre romeni | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Tentano furto al Bar “Shamonik", arrestati in flagrante tre romeni

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

SAN PAOLO DI JESI – Nella notte tra sabato e domenica, intorno alle ore 02:30, i Carabinieri di Staffolo hanno arrestato a San Paolo di Jesi tre stranieri, tutti romeni, per tentato furto aggravato in concorso, il tutto grazie alla segnalazione e alla collaborazione di sei giovani italiani di San Paolo di Jesi.

I ragazzi hanno dapprima fermato i Carabinieri in pattuglia informandoli di aver visto tre persone mai viste prima a bordo di una Seat Ibiza grigia con targa straniera transitare in piazza Giovanni Ricci di San Paolo di Jesi.

L’ottimo “acume investigativo” dei ragazzi ha permesso di appurare successivamente che gli occupanti di quell’auto stavano effettuando un sopralluogo sul luogo prescelto per il furto da compiere. Infatti intorno alle 02:10 giungeva una telefonata anonima al 112 che segnalava la presenza di tre persone che armeggiavano nei pressi del Bar “Shamonik”, situato proprio in piazza G. Ricci di San Paolo di Jesi.

I Carabinieri di Staffolo erano appostati in zona grazie alla precedente segnalazione e hanno colto in flagranza i tre romeni mentre con un piede di porco forzavano la porta d’ingresso del bar.  I tre stranieri si davano alla fuga salendo sulla Seat Ibiza e iniziando un breve inseguimento con i Carabinieri, che in via Fonte di San Paolo riuscivano a bloccarli e a trarli in arresto. I malviventi si erano nel frattempo liberati di uno zaino lanciato in terra e recuperato proprio da alcuni di quei sei giovani, che evidentemente in maniera coraggiosa erano rimasti a pattugliare il loro territorio, affiancando i Carabinieri nel loro operato, ma senza mai rischiare avventati interventi per bloccare i ladri. Nello zaino e nel veicolo sono stati poi trovati numerosi strumenti di effrazione, come piedi di porco, trapani manuali e altri oggetti atti allo scasso.

Sono così scattate la manette per i romeni, tutti residenti ad Ancona:

– S.D.F., muratore di anni 21, incensurato;

– V.V., disoccupato di anni 40, pluripregiudicato e già arrestato più volte in passato per furto e sempre rilasciato (l’ultima volta solo 4 mesi fa, quando venne arrestato sempre dai Carabinieri, proprio per furto);

– S.D.E., muratore di anni 22, con due denunce alle spalle ma ancora mai condannato.

I tre stranieri sono ora ristretti presso le celle di questa caserma in attesa del giudizio direttissimo previsto per domani mattina, così come deciso dall’Autorità Giudiziaria.

Un sentito ringraziamento fa fatto a quei ragazzi che coraggiosamente hanno permesso l’individuazione e poi la cattura dei tre ladri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.